Se siete alla ricerca di un bel libro, ricco di immagini da sfogliare sul divano e da lasciare in bella vista sul tavolino del soggiorno o se volete regalare al vostro amico che ha appena comprato casa un libro dalla copertina esteticamente accattivante, vi segnalo i miei coffee table books preferiti.

Supplemento al dizionario italiano

di Bruno Munari

Uno dei miei libri di fotografie preferito. Perfetto per iniziare una conversazione sul “vediamo se sai tutti i gesti italiani”

Weak messages create bad situations

di David Shrigley

Amo David Shrigly e la prima cosa che ho comprato per casa mia è stata una sua litografia. Se anche voi siete fan, questo è il libro perfetto da sfogliare per farsi due risate veloci.

Fragile. Maneggiare con cura

di Elisa Shori, in arte Disegnetti Depressetti

Sicuramente su Instagram vi sarete imbattuti almeno una volta nel coloratissimo profilo di Disegnetti Depressetti. Le illustrazioni di Elisa sono divertenti, ironiche, ma fanno anche riflettere ed emozionare.

Face paint

di Lisa Eldridge

É  innegabile che il make up sia una vera e propria forma d’arte. Questo libro ne ripercorre la storia, dalle origini ai giorni nostri, tramite fotografie di altissima qualità e tramite i testi della talentuosa MUA, Lisa Eldridge.

The lonesome puppy

di Yoshitomo Nara

Un’adorabile storia per bambini, illustrata da Yoshimoto Nara, artista contemporaneo giapponese. Racconta dell’amicizia tra un gigante cane bianco e una bambina. Penso che Yoshimoto si sia ispirato a me e Pallino.

Badly repaired cars – BubblegumHand jobs

di Ronni Campana – Emily Stein – Oli Kellett & Alex Holder

Tre copertine molto aesthetic per tre libri di fotografia dagli argomenti molto curiosi. Si va dalle auto riparate nelle maniere più bizzarre, ai bambini di tutto il mondo che fanno la bolla con la cicca in spiaggia, per finire con i modelli di mani (di cui viene rivelato il volto) che mostrano 24 modi per sbucciare una banana.

Exactitudes

di Ari Versluis ed Ellie Uyttenbroek

Se pensi di essere unico nel tuo genere, questo progetto fotografico è pronto a smentirti. Che tu sia punk, gabber o una sciura di 60 anni, puoi essere inserito in un gruppo di altre 12 persone con il medesimo stile e che vestono la tua stessa uniforme sociale. Potremmo creare la versione milanese del progetto, fotografando le Gine, le Susy, le Ginny e le Irene!

Il cerchio –  Il triangolo – Il quadrato

di Bruno Munari

Tre volumi, facenti parte di una speciale trilogia di Munari dedicata a queste forme, alla loro storia e ai loro significati e usi.

 

 

n.d.r in questo articolo sono presenti link affiliati

 

Taggato in: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *