Hai sempre comprato maglioni a 29 euro da Zara? Non sai perché il maglioncino in acrilico non ti tiene proprio caldo? Vedi in giro maglioni bellissimi e non sai dove trovarli? Ecco la guida per te

MAGLIONI: MATERIALI DA EVITARE

In soldoni tutti i materiali sintetici: acrilico, poliestere, poliammide (se in grandi quantità). Vi siete forse chieste perché il vostro maglione 100% acrilico di Zara vi faccia sudare e non tenga caldo? Il motivo è che è fatto di un materiale che può andare bene per un completo sportivo o un costume, non per un maglione. In linea di massima, se guardate le etichette della maglieria del fast fashion, la percentuale non sarà mai completamente lana, o cashmere, o altre fibre naturali. I materiali sintetici portano i maglioni ad impallinarsi e a sformarsi e in generale non sono caldi.

MAGLIONI: MATERIALI OK

Viscosa, cotone, lana, cashmere, angora, mohair, kid mohair, alpaca. L’importante, perché sia caldo, è che il maglione abbia nella composizione una percentuale alta di lana e/o del cashmere. Esistono maglioni di lana 100% scadenti, esistono maglioni che la contengono in percentuale minore ma che sono più belli! Come sempre, bisogna toccare con mano. Io per non sbagliare comunque cerco solo misti cashmere/lana/mohair/angora/alpaca e se posso evito tutto il resto.

Ovviamente già sapete:

LANA: fibra tessile naturale che si ottiene da vari animali, come  ovini (pecore e di alcuni tipi di capre), conigli, camelidi (cammelli, lama, vigogna, alpaca,…) e produzioni minori da yak e antilope tibetana

CASHMERE: è una pregiata fibra tessile formata con il pelo di Capra hircus. Il suo nome viene dal Kashmir

ANGORA: lana che deriva dal pelo del coniglio d’angora. É morbidissima ma attenzione, può pizzicare

ALPACA: la lana è più dura e pungente dell’angora, ma molto calda

MOHAIR: lana prodotta dalla capra d’angora (ma non è lana d’angora). A metà strada come morbidezza tra angora e alpaca

Ci sono ovviamente mille altri filati, ma sono più difficili da trovare (anche se ho visto sul sito di Arket e Cos maglioni in pelo di Yak)

MAGLIONI: VESTIBILITÁ

Non pensavo di doverla cercare anche nei maglioni, invece come sempre Rossella Migliaccio mi ha fatto ricredere:  per la mia figura (pera) la cosa migliore da fare è creare volume nella parte alta del corpo, per riequilibrare con la parte bassa. Prediligo quindi maglioni spessi e non lunghi (per intenderci, non oltre la cintura dei jeans), da indossare con pantaloni e gonne a vita alta. Ho poi il collo lungo e sottile, poco seno e il petto scavato, quindi sto alla larga da maglioni con lo scollo a V, che accentuano questa caratteristica.

Se invece al contrario di me aveste molto seno, via libera a scolli a V, che verticalizzano, e maglioni sottili, che non ingoffano. Se avete spalle strette preferite maglioni con scollo a barchetta, che le allargano otticamente. Se avete il collo lungo starete sicuramente bene con i dolcevita. Se avete arti lunghi via libera a maglioni lunghi e dalle maniche che arrivano oltre le mani senza paura che vi abbassino.

MAGLIONI: I MARCHI NON FAST FASHION

Sézane – un marchio francese molto carino, i suoi maglioni hanno forme super donanti
Rouje – con i suoi cardigan da francese sporcacciona (anche se la grande domanda è: quando lo metto un maglione a maniche corte?)
American Vintage – maglioni morbidi e casual
des Petits hauts – marchio francese re del kid mohair, amo i loro maglioni morbidissimi (peccato i modelli un po’ basici)
Allude Cashmere  – tanti modelli e colori diversi, ma tutti 100% cashmere. Offrono anche un servizio chiamato “cashmere clinic” in cui rimettono a nuovo i vostri vecchi maglioni
Scaglione – è un brand italiano che apprezzo molto. Ho stra-usato una loro polo di cashmere. Date un occhio a  questa felpa e questo maglioncino morbido
Mimì a la mer – altro marchio made in Italy con una bella selezione di maglieria. Molto carine le polo colorate e i cardigan ricamati
Alter made – golf e cardigan di colori neutri in cashmere e merino
Babaa  – marchio spagnolo di knitwear con sede a Barcellona, produce maglioni con lane provenienti solo da fattorie locali. Modelli belli ampi e dai filati spessi
Diarte – cardigan in 100% cotone, perfetti per le serate estive
Mira Mikati – maglioni molto colorati e divertenti, punto prezzo alto
Vince – pullover, cardigan sottili o spessi, in cotone o cashmere: tante opzioni nella sezione maglieria di questo brand caratterizzato dall’ottima qualità dei materiali
Soft Goat – un brand specializzato in cashmere, propone tantissimi modelli diversi. Vendendo esclusivamente online riescono a mantenere i prezzi abbastanza contenuti, nonostante la pregiata materia prima
The Curated – anche questo brand ha una bella selezione di modelli classici di maglieria in cashmere
Fe knits – maglioni made in Brooklyn,  morbidi, colorati, dalla trama un po’ larga
Fmc atelier – bellissimi maglioni spessissimi fatti a mano in Italia
Rus – marchio super cool, modelli particolari e oversize
Yanyan – maglieria disegnata e prodotta tra NY e Hong Kong, con colori e applicazioni deliziosi
Chinti and Parker – qualche colore neutro, ma per il resto aspettatevi orsetti, fiori e arcobaleni
FromFuture – design vivace e super colorato in ottimo materiale come il cashmere, la seta, la lana di giacchio e il cotone
Happysheep – una grande varietà di maglioni allegri e stravaganti
Falconeri – marchio di maglioni tutto italiano specializzato in cashmere
Hades -maglioni coloratissimi inglesi con scritte

I MARCHI SOSTENIBILI

Se non avete nessuna intenzione di comprare in catene varie, ovviamente esistono maglioni molto belli e prodotti con un occhio alla sostenibilità. Ecco i più belli che ho trovato:

WE ARE WUULS – il loro slogan dice tutto: “no more seasonal products”. Pochi prodotti di qualità che impattano poco sull’ambiente
LEOROSA WORLD – brand di maglieria fondato nel 2019 da Paolina Leccese e Julian Taffel. Tutti i pezzi sono realizzati con amore utilizzando filati di lana e cashmere esclusivamente italiani. Ha dei cardigan adorabili e diversi dal solito
ARTKNIT STUDIOS – maglieria zero waste in fibre naturali,  i capi sono in vendita direttamente al consumatore senza intermediari, 100% sostenibili, prodotti in base agli ordini ricevuti
16R FIRENZE – filati a km zero (spesso prodotti con fine serie) e capi prodotti da laboratori in Toscana
GAIA SEGATTINI – brand che usa filati di giacenza o rigenerati, tutto prodotto in un maglificio nelle Marche, e vende direttamente al cliente finale, con drop mensili online e pop up itineranti
DUNIA ALGERI ATELIER – ogni maglione  richiede 30 ore per essere ultimato ed è prodotto interamente da un’unica persona con filato di baby alpaca ecosostenibile, 100% puro, di altissima qualità. Tutto è “made to order”
RIFÓ CASHMERE – marchio italiano attentissimo alla sostenibilità che produce maglioni in lana, cashmere e addirittura jeans riciclato
SARTORIA VICO: produzione italiana a km 0, filati certificati secondo standard europei e con specifiche cruelty free, pochi pezzi senza tempo e versatili
OFHANDMADE – marchio di maglioni stravaganti e fatti a mano, attento alla sostenibilità. Ne ho alcuni e sono caldissimi e davvero belli, tutti mi chiedono dove li abbia presi
ORGANIC BASIC– nasce come brand di intimo basico e sostenibile ma ha poi espanso la sua produzione ad altre gamme di prodotti tra cui anche maglieria semplice e lineare
GRACIELA HUAM – brand sostenibile fatto con lane peruviane

I MARCHI FAST FASHION OK PER IL KNITWEAR

Tanti marchi, alcuni anche del fast fashion, propongono maglioni sempre in ottime composizioni:

Arket (del gruppo H&M)
COS (idem)
Uniqlo (il famoso brand di fast fashion giapponese)
H&M con la sua linea premium (che devo ammettere ha sempre tagli super cool)
Benetton (con i famosi cashmere sottili)
Otherstories (del gruppo H&M)

CARDIGAN

Vi ho già parlato di cardigan e come cercarli in questo articolo e le mie regole rimangono immutate: per me devono essere un po’ spessi, non lunghi (che fanno subito nonna), magari strutturati con trecce o tasche (Otherstories, Artknit)

COME ABBINARLI: Belli con i Levi’s 501 e un paio di stivaletti, ma anche pantaloni maschili classici con pinces e sneakers per renderli meno classici.

MAGLIONI À LA PHOEBE PHILO

Sono quei maglioni un po’ oversized proposti da Phoebe Philo durante la sua permanenza da Céline, che rendono subito cool qualsiasi look (By Malene Birger, H&M premium)

COME ABBINARLI: bellissimi con una gonna midi, con pantaloni skinny in pelle, con pantaloni larghi e maschili (occhio all’effetto vestiti troppo grandi) con gonne più seriose per sdrammatizzarle

MAGLIONI DAL TAGLIO MASCHILE CLASSICI

Tutti mi chiedono dove trovare maglioni lisci, semplici e classici. Si tratta di maglioni dal taglio maschile ma con le misure da donna, che ormai sono reperibili in quasi tutte le catene  (Benetton, Uniqlo)

COME ABBINARLI: con qualsiasi cosa! Sopra una gonna iper femminile per risultare meno Gina, oppure sopra qualsiasi pantalone (io metto sempre sotto al maglione una camicetta così da fare uscire il collo, oppure un foulard), ma anche sotto un blazer.

alcuni esempi

MAGLIONE SCOLLO A V – COTONE LISCIO

MAGLIONE GIROCOLLO – COTONE LISCIO

MAGLIONE A COLLO ALTO- LANA (in tutti i colori del mondo)

 

MAGLIONI COLORATI

Se i maglioni a tinta unita non vi bastano e volete qualcosa di colorato e stravagante, ci sono marchi che vi accontenteranno (Chinti and Parker, FromFuture, Happysheep)

COME ABBINARLI: li metto quando non ho voglia di pensare come vestirmi, semplicemente con un paio di jeans.

 

MAGLIONI IN LANA GROSSISSIMA

Adoro questo tipo di maglioni in lana gigante, enormi e caldissimi! Di solito sono fatti a mano, da qui il costo importante (Maiami
Virgo knits, Hope-macaulay, Maridruna, Lenereidi,  Laurenluxury handknits  )

COME ABBINARLI: data la dimensione, aperti sopra un abito, oppure con pantaloni non troppo larghi

n.d.r in questo articolo sono presenti link di affiliazione (pochi)

Taggato in: , , , ,

23 Commenti

MOSTRA I COMMENTI
  1. discoverregina

    31/05/2022 alle 6:52 PM

    Looking so pretty. I would definitely try this in upcoming meetings

    Rispondi
  2. Martina

    25/04/2022 alle 12:12 PM

    Per maglioni di cashmere e lana merinos, non male anche GAP!

    Rispondi
  3. Francesca

    05/11/2021 alle 4:17 PM

    Ciao Giulia, sapresti consigliarmi il taglio dei maglioni da comprare, avendo un fisico con il busto abbastanza dritto (non avvitato) e spallone? Grazie mille

    Rispondi
    • rockandfiocc

      05/11/2021 alle 8:45 PM

      qualsiasi! basta che non abbiano gli spallotti o le maniche a sbuffo o le ruches

      Rispondi
  4. Fanny

    13/10/2021 alle 9:28 AM

    Grazie Giulia, il tuo blog è sempre utile! L’altro giorno ero alla ricerca di un bel maglione e non trovavo niente, allora ho pensavo “aspeee che zia Toro sicuro ha scritto qualcosa” e taaac! ecco l’articolo della vita!

    Rispondi
  5. Francesca

    02/01/2021 alle 12:38 PM

    Ciao Giulia! Guardando alla qualità quali marchi consiglieresti? Non ne posso più dei maglioni pieni di pallini (only Pallino ammesso è il tuo cagnolino!) dopo 4 lavaggi e vorrei investire in capi che poi non devo buttare dopo due stagioni. Ok anche spendere qualcosina in più, purché l’investimento renda! Grazie grazie

    Rispondi
  6. Elena

    30/10/2020 alle 10:22 AM

    Ciao Giulia! Sto cercando da tempo un bel gilet in lana, classico, scollo a V. Cerco dappertutto e sembrano inesistenti, hai qualche consiglio?

    Rispondi
  7. Matilde

    14/10/2020 alle 12:28 PM

    Grazie Giulia! Tanti spunti e bellissime chicche

    Rispondi
  8. Giulia

    06/10/2020 alle 2:28 PM

    Ciao Giulia, scusami ma FROMFUTURE lo hai provato e ritieni che sia veramente un buon marchio? Perché la loro pagina facebook è piena di commenti (con tanto di foto) di clienti che lamentano sia la povertà del materiale, sia l’inesistenza del servizio clienti.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      06/10/2020 alle 6:43 PM

      l ho toccato e sembra ok! però in effetti dicono che il cashmere sia sottile e si rovini.

      Rispondi
  9. Iris

    29/09/2020 alle 6:35 PM

    Loooove! Bellissimi i brand che hai consigliato!

    Rispondi
  10. Valentina

    26/09/2020 alle 10:55 PM

    Per i maglioni di cachemire e lana in generale consiglio Theory .
    Offre tantissimi modelli diversi e tutti bellissimi

    Rispondi
  11. Vittoria

    26/09/2020 alle 4:13 PM

    grazie grazie grazie Giuli per questo articolo e per quello sui bei pantaloni! stamattina ho fatto decluttering (pensando sempre a te) e ho buttato via tanta di quella roba inutile che non ho più niente.
    da adesso in poi pochi pezzi ma belli, promesso!
    un abbraccio, sei super!

    Rispondi
  12. valentina

    24/09/2020 alle 2:36 PM

    Giulia, molto belli i brand che suggerisci , ho amato molto leorosa e fromfuture che non conoscevo 🙂 grazie , sempre dritte preziose

    Rispondi
  13. Paola

    24/09/2020 alle 9:35 AM

    Prima volta che leggo un tuo articolo. Mi sento stupida ad non averlo fatto prima. Complimenti

    Rispondi
    • Giulia

      26/10/2020 alle 12:04 AM

      Ecco qui un’altra esattamente come te! ‍♀️ Ora ci resta solo leggere tutti gli altri… ahah buona lettura!!

      Rispondi
  14. Barbara

    24/09/2020 alle 1:35 AM

    ti seguo da quando la Ross ti ha fatto la consulenza, sei molto brava! Bravissima per avere dato spazio anche alla moda sostenibile e attenta alla qualità del fatto a mano.

    Rispondi
  15. Carolina

    23/09/2020 alle 10:41 PM

    Sempre il top Giulia!

    Rispondi
  16. Camilla

    23/09/2020 alle 7:58 PM

    Guida per me esaustiva e molto molto utile! Grazie Giulia per aver pubblicato la mia futura Bibbia dei maglioni.

    Rispondi
  17. Giulia

    23/09/2020 alle 5:15 PM

    Bellissimo articolo e molto utile!

    Rispondi
  18. Carlotta

    23/09/2020 alle 11:33 AM

    Grazie per questo articolo, lo stavo aspettando con trepidazione! Molto utili (almeno per me) le info che hai messo sui materiali e vestibilità. Brava brava come sempre!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.