Ormai da anni a intervalli abbastanza regolari, c’è qualcuno che scopre il mio profilo per via di qualche polemica montata su esternazioni recenti e (spesso) non troppo felici. In linea di massima queste persone si interessano di me, almeno così mi pare, superficialmente e mi aggrediscono verbalmente (sotto alcuni account debitamente anonimizzati).

Quando succede, ogni volta e sistematicamente, vengono riesumate questioni passate che chi mi segue senza seguirmi, su Twitter, chiama i miei “merdoni“. Le prove di queste brutte figure (archiviate da qualche parte su internet o nei cell di qualcuno) vengono sottoposte al più famoso tra gli indignati, così che, questa mi pare la meccanica, possa servirsene per chiarire ulteriormente quanto io sia, da sempre, una brutta persona.

Siccome mi sembra un lavorone, ho pensato potesse aver senso risparmiarglielo e, nel contempo, offrirvi una mia versione di quasi tutte le cose che mi vengono, ogni volta, rimproverate. Cercherò di spiegare qui il contesto in cui ho detto quello che ho detto o fatto quello che ho fatto e il significato che – oggi – do a quello che è successo. Per questo il post s’intitola “Tornassi indietro”, perché in quasi nessun caso rivendico quello che ho detto o fatto e in molti mi sono già scusata profusamente e penso di avere imparato qualcosa ed essere, nei miei limiti, cresciuta.

Per facilitare il tutto l’URL di questa pagina, come vedrete, finisce in “/rockandfiocc_merdoni“. Spero la magia del SEO faccia il suo.

Non è tutto qui, ma di altri episodi meglio non parlare perché sono questioni più specifiche e ad personam, ed entra in gioco anche la privacy.

Ci sono però poi una serie di cose che vengono dette (sempre in special modo su Twitter) che sono scollegate da qualunque attacco, ma anche temo proprio dalla realtà: una su tutte è che non sono stata licenziata dal mio ultimo lavoro in Luxottica. Mi sono licenziata a novembre del 2019, per dedicarmi al mio lavoro da freelance (questo qui). Ho lavorato in aziende diverse per quasi 10 anni. Questo insomma è il mio lavoro adesso, non è l’unica cosa che ho fatto. I lavori precedenti, quasi tutti negli uffici social di grandi case di moda, non erano, come suggerisce qualcuno, stage, ma lavori a tempo indeterminato, che ho cambiato, come succede. Il mio CV è disponibile sul mio profilo LinkedIn, ma per qualche ragione nessuno va mai a guardarci quando deve darmi dell’incompetente.

Ah, a casa di mio padre a Parma (che a volte, prima del COVID più frequentemente, era il teatro di alcune mie stories) c’è una piccola intercapedine tra due librerie che separano corridoio e sala. L’ho sempre chiamata “La nicchia della magrezza“. Non l’ho mai usata davvero per misurarmi o capire se fossi ingrassata. È solo, quella di passarci in mezzo, una gag ricorrente che penso i miei follower capiscano. Probabilmente non la chiamerò più “della magrezza” perciò considerate questo il battesimo della nicchia che diventa da oggi “nicchia di papà-razzo“.

La cosa più importante però forse è questa ultima che voglio dire: nessuna delle cose che ho fatto e ho elencato qui, nemmeno la più spregevole e nella quale mi riconosco di meno giustifica – questo è quello che penso io – gli attacchi personali e i tentativi deliberati e, spero di dirlo senza troppo vittimismo, violenti di ‘cancellarmi’ (tag a brand con cui ho collaborato e collaboro, tag e messaggi ad amici influencer, mail aggressive alla mia manager, mail a HR di miei datori di lavoro con richieste – in almeno un caso credo di successo – di licenziamento, creazione di profili IG interamente dedicati a screditarmi professionalmente e attaccarmi personalmente, infinite mail di recriminazioni, tentativi insistiti di far montare casi per poter rinforzare la propria opinione che io sia frustrata, tossica, disgustosa, incompetente etc).

Mi dispiace se qualcuna o qualcuno è rimasto deluso da quello che ho fatto in passato. Io stessa lo sono, a volte, guardando a quello che ho fatto. Ma penso di aver fatto anche un sacco di cose di cui vado orgogliosa e credo che siano quelle il motivo per cui, malgrado gli inciampi (i merdoni, se preferite) continuo ad avere persone che mi vogliono bene.

A queste persone volevo dire, anche se in questo contesto un po’ paradossale, grazie. VVB.

Taggato in:

96 Commenti

MOSTRA I COMMENTI
  1. benedetta

    13/05/2021 alle 2:04 PM

    Ciao Giulia, ti ho scritto anche in privato il giorno in cui è scoppiata la “bomba” ma mi sembra importante rifarlo qui. Ho trovato ingiusti, sproporzionati e soprattutto di una violenza inaudita e inaccettabile gli attacchi che ti hanno colpita. Sono certa che la maggior parte di quelli che ti hanno additata come una cattivona, ma forse tutti, almeno una volta nella vita hanno espresso pareri o commenti di cui poi si sono pentiti o sui quali hanno cambiato idea. A me è successo un milione di volte e succede ancora. Da ex anoressica, bulimica ecc ecc sono stata anche grassofobica (bellissima la diretta con Edoardo Mocini, btw). Poi si cambia, si studia, si comprende. Questo vuol dire vivere, evolversi, crescere. Gli imbecilli restano fermi al palo, immobili.
    Welcome Back Giulia!

    Rispondi
  2. ChiaraTH

    13/05/2021 alle 1:48 AM

    Cara Giulia,
    Sono una bimbadigiuliatorelli – ho anche ricevuto la tua letterina con fiocchetto 😉 – che ti segue dal lontano 2009. Mi è spiaciuto in maniera assurda vedere come sei stata trattata, con analisi superficiali e tirando fuori cose vecchissime. Come dici, in alcune delle cose dette non ti riconosci e non sono giuste, ma la cattiveria gratuita ricevuta mi ha fatto star male per te e mi ha allibita per la carica. Perché appunto non è giustificabile un attacco e dei modi del genere, che mai mai mai ho compreso. Cosa spingerà degli sconosciuti ad aggredire così una persona, senza contestualizzare, capire, approfondire? Considerando che immagino queste persone come anime illuminate che non hanno mai sbagliato nella vita e non hanno mai cambiato idea, tanto erano rette e giuste -.-“…
    Spero che tu e il tuo lavoro siate tranquilli dopo questa vicenda, io sono troppo contenta di rivederti nelle stories – e finalmente a vederti in giro in bici per Milano, e non solo in casa 🙂 – e domani comincio a leggere il tuo libro!

    Un abbraccio,
    Chiara

    Rispondi
  3. serena

    11/05/2021 alle 10:19 AM

    ciao Giulia, io ti seguo da meno di anno su ig, spesso sono stata sul punto di non seguiti più perchè a volte, a volte, hai dei modi che non sopporto, è più forte di me…nel modo di esprimerti, io da “spettatrice” mi sento inadeguata a volte e leggere oggi che anni fa hai deriso fisici chiaramente diversi dal tuo…mi ha lasciata di sale. Mai più avrei pensato avessi scritto cose simili…”scritto” poi…che fa più male e ha più peso di una battuta verbale secondo me…poi però…imparo a capire come sei day by day e se sono rimasta a seguirti è perchè ad oggi tu non sei quella persona di anni fa, credo…anzi…! Chi è senza peccato scagli la prima pietra, si cresce, si cambia, si matura…hai nelle mani un potere comunicativo gigante, e penso tu quasi sempre lo sappia usare al meglio! La gente che non ha nulla da fare e riesce ad usare il proprio tempo per inviarti odio gratuito è gente ignobile e non merita attenzione, ne ha avuta fin troppa! Ho seguito tutte le storie che partirono dal fattore stage/400 euro…dagli errori si impara e saprai essere migliore! E poi ti doco anche un’altra cosa, quando sorridi sei bellissima!

    Rispondi
  4. Elisabetta

    11/05/2021 alle 8:23 AM

    “this is not an airport. no need to announce your departure. sono giorni che ricevo commenti di persone che hanno deciso di dirmi addio e onestamente non capisco cosa dovrei farmene, al pari degli insulti”
    Cosa dovresti fartene? rifletterci su, visto che il tuo lavoro non esisterebbe senza seguito

    Rispondi
  5. Francesca

    09/05/2021 alle 4:00 PM

    Ciao Giulia, è stato già detto tanto e ho piacevolmente visto che la maggior parte di questi commenti erano positivi e ti davano sostegno, come speravo accadesse, in un momento che ti sta risultando difficile, specialmente a causa della cascata d’odio (ingiustificato!) che stai ricevendo altrove. Non credo di dover aggiungere nulla ai bei pensieri e concetti che ti sono stati rivolti, ti dico solo tvb, e forza Giulia!

    Rispondi
  6. veronica

    09/05/2021 alle 2:48 PM

    Ciao Giulia, ti seguo assiduamente da qualche anno e oggi voglio esprimerti, per quanto possa valere, il mio più totale sostegno. Per quanto mi riguarda, non era necessario questo post di giustificazione per cose dette o fatte 10 anni fa. Nessuno sulla faccia della terra credo si possa definire totalmente irreprensibile; solo qualche anno fa, senza andare tanto lontano, commenti grassofobici, razzisti ed esclusivi, non facevano alcuna notizia. A tutti è capitato di dire/fare cose che oggi sembrano fuori luogo, nessuno escluso. La TV, il cinema sono pieni di riferimenti razzisti, grassofobici ecc. Oggi, siamo subito pronti a puntare il dito, ma ci siamo passati tutti, tutti abbiamo pestato merdoni, semplicemente, erano epoche diverse. I tempi sono cambiati, ora siamo tutti tesi nello sforzo di non sbagliare a parlare, di essere sempre diplomatici, inclusivi, non si può dire niente perché qualsiasi cosa può offendere la sensibilità di qualcuno. Stiamo esagerando. In ogni caso, chi ti accusa, chi ti sta vomitando addosso cattiveria spropositata e gratuita con l’intento di farti sentire piccola, non ha il diritto di farlo, si sta macchiando di un crimine peggiore di quello per cui ti accusano. Un pò ti capisco perché credo abbiamo certi aspetti del carattere molto simili, mi riconosco molto spesso nelle tue esternazioni e nel modo di porti. Ogni giorno, nel mio piccolo, faccio i conti con questo, al lavoro, nella società in generale. Immagino per te, con la visibilità che hai, come debba essere estenuante e frustrante avere a che fare con persone così ogni sacro santo giorno. Non ti devi avvilire, non sentirti in dovere di dover giustificare ogni tua parola o pensiero, non cambiare per piacere a loro, per non sentirti attaccata. Ti attaccheranno sempre e comunque. La community che negli anni hai saputo far crescere, ti segue proprio per quello che sei, perché ti distingui da tutta quella mole di personcine che gravitano su Ig che sponsorizzano la qualunque senza mai un contenuto decente, senza che traspaia la voglia di fare bene, solo monetizzare nel più becero dei modi. Tu fai un lavoro eccellente, crei contenuti di qualità e in quello che fai, si capisce l’impegno costante e serio che ci sta dietro, la ricerca continua, la passione che ci metti. Chi altri fa questo su Ig? Personalmente, posso fare un altro paio di nomi, non di più. E’ grande quello che fai, Giulia.
    Ti vomitano addosso cattiveria perché hai osato dire che i giovani neo laureati si devono fare il culo e sai perché? Ti odiano perché hai ragione, perché li hai colpiti nel segno. Tu dici quello che molti pensano solamente, non hai timore di esporti. C’è un prezzo da pagare? Sicuramente, detto ciò , il livore che ti sta gravitando attorno è troppo violento, preoccupante, questa soddisfazione nel vederti piegata mi sconvolge. Mi dispiace tantissimo. Tu, però, devi continuare per la tua strada, perché stai andando alla grande comunque. Tutti sbagliamo, continuamente, ogni giorno. Tu stai facendo un ottimo lavoro. Un abbraccio e dajeee

    Rispondi
  7. Antonella

    09/05/2021 alle 1:39 AM

    Forza Giulia, chi ti seguiva già da prima sa (per quanto sia possibile) che non sei come ti hanno fatta passare, non saranno due stories decontestualizzate ne gli erorri del passato a cambiare le cose nel presente.
    Sembrerà banale ed esagerato ma da quando ti seguo ed ascolto i tuoi punti di vista, i tuoi consigli la mia vita è cambiata sotto molto punti di vista e non posso fare altro che ringraziarti, io ti ammiro molto !
    Solo gli stolti non cambiano mai opinione, e già il fatto di aver cambiato opinione riguardo a ciò che pensavi in passato ti fa onore.
    A presto.

    Rispondi
  8. Mara

    08/05/2021 alle 10:51 AM

    Manca la storia della pelliccia di . Altra uscita davvero infelice

    Rispondi
    • rockandfiocc

      09/05/2021 alle 10:29 PM

      mancano tante cose, meno male ci siete voi, persone sante e intoccabili, baciate da dio, a ricordarmele tutte

      Rispondi
  9. Serena

    07/05/2021 alle 1:55 PM

    Quello che importa non sono gli errori (veri o presunti), quello che importa è la tua costante voglia di migliorare anche a costo di tornare sui tuoi passi e rivedere le tue posizioni. Questo ti rende un modello positivo, a prescindere. Grazie, Giulia. Per quel che vale, ti voglio bene.

    Rispondi
  10. Barbara

    07/05/2021 alle 11:38 AM

    Buongiorno Giulia,
    ricordi sempre che nella vita è ammesso sbagliare, soprattutto in giovane età. Fare ammenda, poi, è ammirevole e chi non lo capisce non è degno di nota.
    Ricordi anche, e mi permetto di dirglielo avendo già vissuto gran parte della mia vita, che l’essere onesti con sé stessi e gli altri non è facile, ma onorevole. Conformarsi alle idee altrui è sintomo di poca intelligente, aimé molto diffusa a quanto pare: quindi lei continui a fare il suo lavoro e ad esprimere le sue idee….chi non le apprezza o non le comprende può fare a meno di leggerle, non è obbligatorio, vorrei aggiungere, essere buonisti a tutti i costi.
    Le cito un frammento di testo della canzone “Lividi sui gomiti” dei Maneskin (anche loro attualmente osannati ma, in un passato non troppo remoto, denigrati e non compresi):
    “Quindi tu resta col tuo gruppo
    striscia, prega, confonditi
    A noi il coraggio non ci manca, siamo impavidi
    Siamo cresciuti con i lividi sui gomiti
    Non ce ne frega un c**zo di te
    e del tuo gruppo con cui mangi, strisci, preghi, vomiti”.
    Sia sempre sé stessa e continui sulla sua strada di onestà intellettuale: “Non ti curar di loro ma guarda e passa”.
    La saluto con affetto, Barbara.

    Rispondi
  11. Cristina

    07/05/2021 alle 10:21 AM

    Ciao Giulia dato che in molti si sono sentiti in dovere di scriverti per sparare merda io sono arrivata al limite e mi sento in dovere di scriverti per darti un po’ di sostegno.
    Non seguo assiduamente il tuo profilo ig e ho assistito per caso al q&a che ha dato inizio a tutto il fattaccio. Sto su twitter e sono sconvolta dalla mole di odio nei tuoi confronti, sono imbarazzata da come tutto sia degenerato, dalla richiesta di scuse con bava alla bocca, dalla gente vuota che pare vivere per odiare lo sventurato di turno, da quelle che sono vere e proprie diffamazioni, dal sostegno di certi personaggi noti a questa gogna vergognosa, dal silenzio colpevole di molti altri.
    Non mi coinvolge eppure per tutto questo provo un’angoscia quasi fisica.

    Facile ricordarsi di eventi giovanili imbarazzanti senza sapere quanto “servizio” tu abbia sempre dato in termini di contenuti gratuiti. Limitandoci solo all’abbigliamento: shopping consapevole, scelta di vestiti valorizzanti (la Levis ha fatto fortuna con te), reggiseni per tettine e tettone, attenzione ai tessuti, decluttering e comprare meno che psicologicamente per me non sono solo cose venali.
    Ma non solo: il tuo approccio caustico ma energetico alla vita l’ho sempre trovato divertente e stimolante, fuori standard, intelligente e acuto senza sovrastrutture ed effetti patinati e come me credo moltissim* altr*. Ti offri a “pacchetto completo” prendere o lasciare, nessuno è costretto a seguirti con una pistola puntata alla testa.
    Non allinearti allo standard per compiacere 4 pecore che si riempiono la bocca con parole come bullismo o body shaming e poi sono di una cattiveria atroce.

    Spero riuscirai a scovare in mezzo a tutta questa melma l’opportunità di trovare dei mezzi adeguati a tutelarti e galleggiare in questo ambiente di squali e conigli senza perdere ciò che sei.
    Spero ti farai sostenere da dei professionisti competenti e di fiducia e spero soprattutto che ti farai coccolare dalle persone che ti conoscono e ti amano per questo. Non sei sola.
    Un forte forte abbraccio.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      07/05/2021 alle 12:08 PM

      il mio avvocato è molto sul pezzo si 🙂 grazie

      Rispondi
    • labane

      11/05/2021 alle 12:23 PM

      Non avrei saputo spiegare meglio tutto quello che penso. Ci ho provato a formulare dei pensieri ma non rendevano giustizia. Grazie! Condivido tutto appieno, anche il forte abbraccio!

      Rispondi
  12. Carmelita

    07/05/2021 alle 7:44 AM

    Ciao Giulia.

    Premessa doverosa. Trovo davvero “piccole” e prive di cervello le persone che ti insultano e stanno sul web per intercettare ogni tuo errore. Nessun insulto è legittimo.

    Voglio semplicemente dirti una cosa. Ho smesso di seguirti circa 1 anno fa perché tantissime volte il tuo profilo mi ha lasciato sensazioni negative e spiacevoli. Troppi giudizi gratuiti detti senza cognizione di causa.

    Mi dispiace che si sia arrivati a tanto ma onestamente, con il senno di poi, credo fermamente che tu certe cose le pensi davvero (altrimenti non ti sogneresti mai di dirle nemmeno con leggerezza).
    Spero di aver espresso il mio pensiero con educazione, non è mia intenzione assolutamente insultare o altro perché rimani sempre una ragazza che in qualche modo sta provando a costruire la sua strada.

    un saluto 🙂

    Rispondi
    • rockandfiocc

      07/05/2021 alle 12:03 PM

      Scusa ma se hai smesso di seguirmi perchè sei venuta a dirmi questo? Per dirmi “avevo ragione sei una persona di merda”? Passa oltre e vai a scrivere a persone che stimi. Spero di averlo detto con educazione. Un saluto.

      Rispondi
  13. Livia

    07/05/2021 alle 1:41 AM

    Ciao Giulia, ti seguo ormai da qualche anno e, conoscendoti anche solo superficialmente e in modo evidentemente incompleto perché i social esprimono solo una parte della persona che sei, l’accanimento nei tuoi confronti mi ha stranita. Proprio stranita. Trovo sia indice lampante del fatto che, chi ha giudicato così aspramente le tue dichiarazioni (si può parlare di dichiarazioni per 15 secondi di story e articoli ironicamente taglienti sul blog? Idk non credo), non avesse minimamente idea della persona che sei. Io stessa sono rimasta dispiaciuta dalle cose da te scritte anni fa, le ho trovate un po’ da spocchiosa privilegiata ed estremamente brutte, ma, contestualizzandole con la personalità che tu stessa hai sempre descritto e dimostrato di avere, non penso in nessun modo che facciano di te una persona di merda. Hai detto anche un sacco di cose belle nel corso degli anni, innumerevoli messaggi positivi. La tua comunicazione è molto diretta, ironica, impulsiva, colloquiale. Dici le cose che pensi, mai le cose che le persone vorrebbero che tu dicessi, quelle che vorrebbero sentirsi dire. Nei commenti mossi contro di te in questi giorni, più che frustrazione e cattiveria, ho notato forte decontestualizzazione e mancata conoscenza del tuo tipo di comunicazione. Trovo anche che in alcuni casi le critiche mosse siano giuste, seppur severe, e che le persone siano state spinte da ideali corretti a favore della tutela e dell’inclusione. Fatto sta che hanno tralasciato completamente l’aspetto diretto e quasi sarcastico, tagliente e ironico che io ho sempre trovato palese e un tuo tratto distintivo. Mi dispiace molto che si sia creato un intero caso mediatico intorno a della mera ignoranza a riguardo della persona che hai sempre dimostrato di essere. Tvb zia, da una tua follower sedicenne che scappa da scuola per andare a fare la susy in collettivo. E se ti ha perdonata, conoscendoti, un’anarcointelletualscemoide che crede nella rivoluzione dal basso a partire dal modo in cui si trattano le tematiche legate al sociale e all’inclusione, penso possano farlo tutti <3

    Rispondi
  14. Giorgia iozzia

    07/05/2021 alle 1:19 AM

    La cosa che mi dispiace di più? Che tu debba pagare per delle sciocchezze dette miliardi di anni fa. Se andassimo ad analizzare i telefilm con cui siamo cresciuti negli anni 90 troveremmo una quantità innumerevoli di commenti razzisti, grassofobici, maschilisti… basti pensare ad alcune pubblicità che passavano in tv! Era giusto? Certo che no, ma era un’altra epoca: più retrograda, esclusiva e discriminante e noi eravamo, nostro malgrado, abitanti di quel mondo lì. Fedez scriveva canzoni omofobe e adesso (grazie al cielo) è libero di essere promotore della legge Zan, tu non puoi essere cresciuta e cambiata invece? Se c’è una persona che usa i social per diffondere messaggi positivi per i tuoi followers quella sei proprio tu! Chi ti conosce e ti segue sa che non mai ti sei permessa di giudicare le scelte altrui, non sopporti i maligni, gli ignoranti, i giudici e i Soloni che sparano sentenze sugli altri. Chi ti apprezza sa che quando ti esponi sul tuo canale è per parlare bene delle persone, altrimenti preferisci glissare in silenzio, senza infangare nessuno. Sei una donna intelligente, indipendente, anticonformista, schietta e leale.
    Non farti avvelenare da questi chiacchiericci di cortile, vola alto Toro!

    Rispondi
  15. Giulia

    06/05/2021 alle 10:21 PM

    Mi viene da pensare che se hai bisogno di tornare indietro così tante volte, più o meno in merito a questioni simili tra di loro, è perché forse sei recidiva, non impari dai tuoi errori ( ammesso che tu li reputi davvero tali ), certo nessuno di noi è un essere umano perfetto, ma a volte quando accadono episodi del genere che coinvolgono personaggi pubblici viene da domandarmi se poi le scuse a seguire, o giustificazioni come dir si voglia, siano di facciata, o meglio, magari davvero vengono scritti a seguito di un sentimento di vergogna verso se stessi e i propri comportamenti, ma chissà se questo dipende dal fatto di essere una “vetrina da esposizione” lungo le tortuose strade dei social, o se anche nell’intimità di casa tua ti rendi conto della gravità di ciò che dici incurante della sensibilità degli altri.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      07/05/2021 alle 12:06 PM

      ma tu scusa chi sei, il mio sacerdote, che devi accertarti che le mie confessioni siano sincere?
      non ti preoccupare sono sincere ma non devo dimostrarlo a te.

      Rispondi
  16. chiara

    06/05/2021 alle 3:51 PM

    Giulia, vorrei scrivere talmente tante cose… la tossicita’ dei social e’ tremenda. ti seguo dal 2011 ( 10 anni!) e la cosa bella di te e’ che sei una persona vera. non ho mai avuto l’impressione che mettessi una maschera quando ti puntavi addosso la camera del telefono. questo ti ha reso relatable e, dal mio punto di vista, trustworthy in quello che dicevi/facevi/consigliavi. Nel percorso di 10 anni cosa sono questi 4 merdoni? Cos’e’ questa che elenchi se non un’evoluzione naturale e sana di una ragazza in donna? Una persona che abbandona lungo la strada tanti pregiudizi, retaggi culturali e semplicemente… cambia idea.
    Quando l’amarezza di questi episodi se ne andra’, spero che rimarra’ per te chiaro che hai diritto di cambiare, di sbagliare e di migliorare cosi’ come tutti noi. Purtroppo chi giudica e si crede migliore di te ( a volte e’ semplicemente piu’ furbo), sono sicura dovra’ fare i conti con la propria coscienza una volta spento il cellulare e acceso il palo santo.
    Mi dispiace per tutto l’odio che ricevi quotidianamente, perdo la fiducia nel genere umano quando vedo queste cose…
    Stay strong! Un abbraccio
    CT

    Rispondi
  17. Marilena

    06/05/2021 alle 3:45 PM

    Ciao, Giulia! Posso dire che a me sto politically correct ha rotto le scatole, non se ne po’ più di sentire sti finti per benisti. Basta giudicare le persone in base a quello che ha detto 10 anni fa come non mi sembra giusto che ogni volta si alzi un polverone per una tua opinione personale espressa davanti a 150000 persone. Nemmeno io sono d’accordo con i 400 euro per i stage perché 25 anni fa i neolaureati venivano pagati il doppio appena iniziato il lavoro, ciò non toglie che non hai ragione che il sistema è sbagliato, noi giovani non usciamo in strada a protestare ed è vero quando dici tono e crackers e zito perché tanto non sai fare quasi niente sul lavoro. Boh, io sono sempre più sconvolta di questi paladini della giustizia, ma che trovassero uno bravo per guarirli.

    Rispondi
  18. Giulia

    06/05/2021 alle 3:42 PM

    Voglio essere breve: ti apprezzo per Infiniti motivi e uno di questi è la tua capacità di autocritica e auto riflessione che io trovo ti renda una persona dotata di un’intelligenza emotiva-emozionale che la maggior parte delle persone non possiede (purtroppo).

    In questi giorni si legge di gente che pensa il contrario e questo mi è dispiaciuto molto, vorrei dargli la possibilità di vedere quello che ho visto io (cose belle).

    Un abbraccio!

    Rispondi
  19. Valentina

    06/05/2021 alle 3:37 PM

    Le cose che dicevo a vent’anni, gli sbagli e le idee che ho cambiato e cambierò… Barbara sopra ha espresso molto bene quello che penso e non saprei esprimere, grazie. Giulia, forza!

    Rispondi
  20. Chiara

    06/05/2021 alle 3:06 PM

    Ciao Giulia, trovo terribile il modo in cui gli haters si accaniscano contro di te e siano sempre pronti a puntare il dito. Io continuo a seguirti con piacere, a comprare le cose buffe e utili che consigli su amazon, i reggiseni per tettine, i levis, i sandaletti nude, i patch per le occhiaie e il tuo bel manuale. Ogni volta che ho voglia di fare un po’ di ricerca e shopping apro il tuo blog e continuerò a farlo. Apprezzo tantissimo il tuo lavoro qui e sui social. AVANTI TUTTA TORELLI!!

    Rispondi
  21. Deetella

    06/05/2021 alle 3:03 PM

    Ciao Giulia, anch’io sono rimasta perplessa qualche volta e, sono sincera, ho smesso di seguire l’altro profilo che avevi perché mi avevano dato noia un paio di cose…poi hai tolto i commenti dalle tue storie, non a tutti mi sembra, e mi sono chiesta se valeva la pena seguire a senso unico…E non parlo di telegram che tanto è un capitolo chiuso. Detto questo, io ti stimo davvero, sei acuta, intelligente, curiosa e spesso simpatica. Mi piacciono i tuoi contenuti, l’ultimo video con la Amy è stato una bomba. E te lo dico con affetto: non puoi essere né troppo ingenua né troppo sicura di te e quando si tratta di social, devi impararli a gestire. Altrimenti o te ne freghi, e non è il tuo caso, o non ce la fai a stare dietro a tutte le polemiche, che ci saranno SEMPRE. Tu, per come sei, per come ti poni, le attiri come calamite quel genere di persone. Io ieri invece non mi sono indignata (e io sono sovrappeso) mi è solo dispiaciuto per te, per come riesci così bene a farti fraintendere cavolo!
    Ok, my 2 cents, e per quel che vale…. tvb

    Rispondi
  22. Jessica

    06/05/2021 alle 2:44 PM

    Ho ammirato molto le parole che hai detto ieri nelle tue stories.
    Non posso certo giudicarti, anzi, ho preso spunto dalle tue stories per pubblicarne alcuni oggi in cui dico che tutti abbiamo avuto dei momenti negativi e cattivi, ma che per fortuna abbiamo tutti l’opportunità di andare avanti e recuperare dai nostri errori.
    Poi, a dirla tutta, un po’ tutti abbiamo sempre avuto un po’ di “occhio di riguardo” per il diverso, di ogni genere, proprio perché per definizione diverso.
    Col tempo poi si impara a riconoscerlo interiorizzarlo e a rivolgersi nel modo più corretto.
    Purtroppo ti seguo da poco, ma sto cogliendo tutte le sfaccettature che fai notare, e apprezzo molto una persona/un personaggio come te che nel suo percorso ha modo di modificarsi, è a modo suo fonte d’ispirazione anche questo!
    Buona giornata 🙂

    Rispondi
  23. Valentina

    06/05/2021 alle 2:39 PM

    Ciao Giulia,
    tutti sbagliamo, a tutti noi è capitato di dire qualcosa di sbagliato in modo superficiale senza averci ragionato troppo. Onestamente trovo tutto questo accanimento nei tuoi confronti davvero eccessivo. Ti seguo da più di un anno e ti stimo molto soprattutto perché sei molto vera e molto onesta.
    un abbraccio.

    Rispondi
  24. Alice

    06/05/2021 alle 2:07 PM

    Cara Giulia,
    tutti noi abbiamo detto o fatto cose di cui poi ci siamo pentiti.
    Ne hai preso atto, hai chiesto scusa, te ne sei resa conto…fine.
    E comunque, ho la tua età so bene che di cose stupide a vent’anni ne avrò dette a bizzeffe…sicuramente ora non le ripeterei, e la storia dello stage, chi ti conosce, o comunque ti segue da un po’ di tempo, sa come ti esprimi e sa quello che intendevi.
    Io ti seguo da boh..10 anni, non ti mai scritto molto ma sei sempre stata gentile, disponibile, mi hai sempre risposto, e se non l’hai fatto pace avevi altro da fare.
    L’odio continuo che ciclicamente ti ho visto ribaltare addosso in questi anni mi ha sempre spaventato, il fatto che qualcuno si sia permesso di scrivere a un tuo datore di lavoro/HR…con lo scopo di farti licenziare è agghiacciante.
    E nonostante tutto questo sei sempre andata avanti mettendoci il cuore.
    Quello che mi dispiace è che, giustamente, dopo aver subito attacchi di questo tipo, selezionerai sempre di più gli argomenti di cui vorrai parlare, ma d’altronde, chi potrebbe darti torto a questo punto?
    Sappi però che chi ti segue e tu vuole “virtualmente bene” c’è e ti continuerà a seguire sempre. Un abbraccio
    p.s. GIULIA TORELLI GIULIA TORELLI GIULIA TORELLI!!!

    Rispondi
  25. Elisa

    06/05/2021 alle 1:41 PM

    Ciao Giulia,
    Credo di seguirti dagli inizi del tuo blog 2008/09?
    Credo tu faccia parte della mia vita come Linus e Nicola ogni mattina da 25 anni a questa parte ne fanno parte, ti seguo per piacere e abitudine.
    Acuta, disincantata, determinata, curiosa, indipendente, questo é quello che vedo e che mi piace di te.
    Credo che la tua forza nel mondo social sia la schiettezza e la naturalezza non patinata, coinvolgi il tuo pubblico perché ti poni come un’amica che parla liberamente, come si fa nella vita e non su un social.
    Non ti curi dello sfondo in marmo col tappeto pelosetto, come tante tue “colleghe”. Tu hai contenuto, opinioni, ti emozioni, hai pregi e difetti che a volte ostenti, hai debolezze, ti incazzi, sbagli ovviamente come chiunque. Ció ti rende meno distante, concreta, sei motivazionale, sei una di “noi” questo arriva e penso che sia la tua carta vincente.
    Ti metti in gioco senza nasconderti e… ti trovi a fare i conti con questo mondo ipocrita e falso che ti getta addosso un sacco di veleno, credo tu lo abbia messo in conto quando hai deciso di trasformare la tua passione in lavoro, non dev’esser facile conviverci con un certo distacco.
    Credo di non rientrare neanche nel tuo target, ho 38 anni, 2 figli, sposata, non compro online, non metto mocassini e friulane 🙂 e non cerco consigli di stile ma lavoro con la moda da tanti anni e amo l’hip hop!
    Credo di averti scritto nel 2010 quando é mancata mia madre, condividere una cosa cosí privata con qualcuno che scrive articoli di moda sul blog che leggi mentre bevi il the la mattina non aveva senso, lo feci di getto, tu mi risposi. Mi fece molto piacere.
    Lo faccio di getto anche stamattina, nel tentativo di darti una pacca sulla spalla in un momento di sconforto.
    Seguirti é sempre stato un piacere anche se capita di non essere daccordo, che importa?
    Grazie di tutto,
    Elisa

    Rispondi
  26. Barbara

    06/05/2021 alle 1:01 PM

    Leggo qui e sui social dei commenti che addirittura parlano di aspetti psicologici di Giulia Torelli, la sua personalità, il suo carattere, il suo approccio alla vita…è imbarazzante che davvero i social facciano perdere contatto con la realtà. Ma voi veramente pensate di conoscere Giulia Torelli? le “vecchie follower” che “vantano anni di conoscenza e lo scrivono urlando perché si sentono di famiglia” davvero pensano di conoscere Giulia Torelli(vale per tutti i personaggi social che sui social LAVORANO)? Non è retorica ma molte di voi (noi) non conoscono davvero neanche l’uomo con cui sono sposate da 5/10/25 anni, neanche le loro “migliori amiche”, neanche i loro figli, neanche i loro colleghi con cui dividono la stanza d’ufficio ogni giorno da 5/10/20/30 anni. Vi piace Giulia Torelli? seguitela senza mai dimenticare che lei è “qui per lavorare” e non è vostra amica, sorella, cugina. Non vi piace e non vi piace quello che dice? non seguitela, ignoratela, bloccatela e per voi non esisterà più. Ma smettetela di giudicare, lapidare, incolpare, mortificare con cattiveria esplosiva una persona che sui social sta lavorando non sta facendo politica. Dobbiamo smetterla di dare tutta questa responsabilità alle singole persone che sui social LAVORANO. La maggior parte di voi non ha neanche il coraggio di discutere faccia a faccia con qualcuno che per strada non rispetta la fila in posta O BUTTA UNA CARTA PER TERRA O NON ALZA LA CACCA DEL PROPRIO CANE DA TERRA… ma sui social siete tutti “paladini della giustizia animati da senso civico, valori di uguaglianza, libertà…”. Nella vita vera non avete il coraggio di segnalare l’impiegato del comune che non è al suo posto ma vi prendete la briga di segnalare Giulia Torelli ai suoi “datori di lavoro” perchè ha detto “cose spregevoli”. Stiamo Esagerando, vogliamo combattere i merdoni con i merdoni e alla fine non vince nessuno, vince l’ignoranza. Giulia hai detto e pensato diverse ca**ate ma per fortuna non sono solo quelle che ti qualificano come donna in questo mondo. Sarai di certo anche molto altro. In bocca al lupo per tutto.

    Rispondi
  27. Giuliana

    06/05/2021 alle 12:49 PM

    Forza Giulia! Quanta pazienza che ci vuole, e da quanta ipocrisia siamo circondati. Che gente triste ed infelice deve essere questa che pensa di poter educare alla civiltà in questo modo barbaro. Eppure le tue pubbliche scuse ogni volta si vedono (di cui si percepisce pienamente la sincerità e trasparenza nell’ammettere l’errore), ma quelle di queste persone che vigliaccamente si scagliano in questo modo non le vedo mai.
    Spero tu non ti arrenda. Quelli dalla tua parte sono molti di più, lo sai.

    Rispondi
  28. Giulia

    06/05/2021 alle 12:47 PM

    Dicono che chi non fa non sbaglia e di certo di chi “fa” come fai tu, tutti i giorni, non se ne trovano molti. Io sono tua affezionata follower dal 2009 e la modalità di comunicazione che hai tu è unica, forse è l’unica autentica su tutti i social e appunto, chi fa sbaglia. Da qua si capisce quanto ti sia evoluta, lo sforzo che hai impiegato. Sei stata e sei di grande ispirazione, forza così! Ti vogliamo bene!

    Rispondi
  29. Alina

    06/05/2021 alle 12:10 PM

    sarò breve: ti si vuole bene sì. non ci piacciono i finti santi.

    spero tu stia bene.

    Rispondi
  30. Sara

    06/05/2021 alle 11:46 AM

    Ammettere i propri errori è sempre sintomo di intelligenza e crescita. Chi nella vita non ha mai messo in atto comportamenti sgradevoli e superficiali?
    L’errore è pretendere che le “persone pubbliche” siano immuni a questo tipo di errori. Ma le persone pubbliche sono prima di tutto persone e in quanto tali possono sbagliare. Purtroppo internet amplifica qualsiasi cosa. Un conto poi è far notare determinati comportamenti sbagliati, un altro riversare odio a tutto tondo, chi lo fa generalmente è qualcuno che non vede più in là del proprio naso. Apprezzo sempre la sincerità e chi è sincero si espone più facilmente.

    Rispondi
  31. roberta

    06/05/2021 alle 11:37 AM

    Ciao Giulia,
    ti seguo da tanto tempo e sinceramente mi dispiace vederti così….
    Si cresce e nella vita gli inciampi accadono. Complimenti per il lavoro che fai e soprattutto per essere così vera sempre. Un abbraccio grande anche dal mio cane Nina che al contrario di Pallino è una vera Pariscilla!

    Rispondi
  32. ALESSANDRA

    06/05/2021 alle 11:29 AM

    Mi sono sentita male per te in questi giorni leggendo un’infinità di cattiverie e bugie nei tuoi confronti. Non oso neanche immaginare cosa tu stia passando in queste ore. C’è gente davvero cattiva, tutto dettato sicuramente da invidia e frustrazione. Non ti meriti nulla di ciò che ti è stato versato addosso in questi giorni.
    Chi ti segue da anni sa come sei, abbiamo imparato a conoscerti e per questo ti comprendiamo, ammiriamo, stimiamo e ti vogliamo bene.
    Non vedo l’ora di vederti tornare più forte di prima!
    Per quel che conta, ti abbraccio forte!

    GIULIA TORELLI GIULIA TORELLI GIULIA TORELLIIIIIII

    Una tua fedelissima <3

    Rispondi
  33. Siria

    06/05/2021 alle 11:22 AM

    Ciao Giulia,
    Mi dispiace che ti sia sentita in dovere di fare queste precisazioni e di dover giustificare parole anche di anni fa.
    Personalmente, da ragazza (clinicamente) obesa, di carattere molto sensibile, e di 24 anni prossima al mondo del lavoro, non mi sono MAI in questi ANNI sentita offesa o anche solo toccata in maniera negativa dalle tue parole.
    E anche se qualcuno si fosse sentito in qualche modo offeso o toccato dalle tue parole, è oltremodo ingiustificabile la modalità e la quantità di attacchi che subisci.
    Sebbene so che per forza di cose ti sentirai costretta ad attuare cambiamenti, spero che la situazione non intacchi almeno la tua felicità, stabilità emotiva e vita privata.
    Non meriti nulla di tutto questo.
    Ti sono tanto vicina e grazie per tutte le volte che mi hai aperto gli occhi sul mondo che era fuori dalla mia sperduta provincia e per avermi dato la voglia di FARE.
    Non esagero dicendo che sei un Modello da seguire.
    Ti auguro tanto bene

    Rispondi
  34. Carlotta

    06/05/2021 alle 11:02 AM

    Mi dispiace che la pretesa che oggigiorno si ha nei confronti dei profili social sia quella di una vetrina senza macchia alcuna, di materiale pubblicistico artefatto, di improbabili esigenze perfezionistiche che NESSUNO può vantare di rispecchiare nella vita reale (di qualsiasi ambito della persona si voglia parlare).
    Senz’altro hai commesso degli errori, Giulia, e apprezzo la volontà di riconoscerli in questo tuo articolo; che sia dettato o meno da un’esigenza d’etichetta, io credo che al fondo vi sia del sincero dispiacere e un po’ imbarazzo, quello che abbiamo provato tutti almeno una volta (e sicuramente più) nella vita, dopo episodi non troppo brillanti della nostra esistenza.
    Ciò però non dovrebbe avvallare gli argini del buonsenso di chi condanna senza pietà e di chi accondiscende a meccanismi ingiuriosi e beceri, accanendosi sempre sul fatto e dimenticandosi a sua volta della persona.
    Che sia forse una riprova della facilità con cui cadiamo veramente tutti, spesso troppo facilmente, in errore?
    Coraggio Giulia… se un po’ di verità e di autoanalisi è rimasta nel senno di molti, saremo ancora qui a leggerti e a metterci a nostra volta in discussione, liberi di approvare e disapprovare, di parlare, di interrogarci, di creare uno scambio sicuramente imperfetto ma sperabilmente sempre più umano.
    Abbi cura di te.

    Rispondi
  35. Marta

    06/05/2021 alle 10:07 AM

    Ciao Giulia, penso che tu sia stata molto sincera e coraggiosa a scrivere questo post, chiedere scusa e creare dei progetti per il futuro. Per quanto mi riguarda non credo che fosse necessario perché come tua accanita follower non ho mai creduto che pensassi davvero certe cose, ma sono felice che tu l’abbia fatto per le persone che sono più sensibili su questi argomenti.
    Stimo tantissimo ciò che fai nel tuo lavoro e sei davvero un punto di riferimento, sempre presente con i tuoi contenuti nelle mie giornate e pronta a farmi ridere (RIDO UN SACCOOOO), riflettere o darmi consiglio.

    Rispondi
  36. Lara

    06/05/2021 alle 9:55 AM

    Ciao Giulia,
    i merdoni li ho contati, sono 4 (quello della spiaggia lasciamolo perdere). È facile contarli perché sono pochi, pochissimi, per una persona che SI ESPONE sui social da 12 ANNI (2009, io c’ero : )), dove per esporre intendo che ci mette la sua faccia e le sue opinioni vere, di pancia, perché esporsi con foto patinate di interni con fiori e candeline di sta cippa e con opinioni sempre in linea con il politically correct (del momento) è troppo facile.
    E quanti anni avevi 12 anni fa? Io stessa mi vergogno di frasi o pensieri che formulavo da 20enne, cose che mi prenderei a schiaffoni adesso. Poi si cambia, si evolve, si matura, i pensieri si affinano, almeno: ad alcuni succede, altri evidentemente sono dei monoliti di integrità che si sentono quindi in dovere/diritto di sentenziare.
    A me piaci perché sei vera sempre, vorrei dirti “non cambiare!” ma nella tua posizione so che non è possibile, perché ora arrivi ad un pubblico più ampio e ogni tua frase è passata al setaccio da gente del ***** (mi autocensuro anch’io) che si nutre di odio verso sconosciuti (ma che vita fanno, poi?).
    A me piaci perché ti metti in discussione, ti informi, non hai paura a ritrattare.
    A me piaci perché grazie a te ho imparato e continuo a imparare un sacco di cose, alcune più frivole, altre più “profonde”.
    E niente, penso che di sostegno tu ne stia già ricevendo ma volevo farti sentire anche la mia voce.
    Un abbraccio grande
    Lara

    Rispondi
  37. Mel

    06/05/2021 alle 9:48 AM

    Cara Giulia, non riuscirò mai a capire le motivazioni di queste persone frustrate che decidono di dedicare ore delle loro giornate a screditare e attaccare gli altri, piuttosto che pensare alla propria vita. Credo che fare paragoni tra quello che si diceva nel 2009 e adesso sia assurdo. Nessun dubbio che fossero commenti sbagliati e violenti, che sarebbe stato meglio non fare, ma tutti sappiamo come sta evolvendo rapidamente la cultura, la società e la sensibilità (per fortuna). Vorrei proprio vedere quante di queste persone a quei tempi erano già politicamente corrette. Da privilegiat* abbiamo fatto tanti sbagli e sicuramente continuiamo a farne, però intanto proviamo a riconoscerli e ad impegnarci per cambiare! La cosa più importante è proprio riconoscere gli errori, le proprie debolezze e cambiare idea! In più di 10 anni sarei più spaventata da chi non ha cambiato opinione su nulla, che da chi ha fatto errori e li riconosce. Siamo esseri umani e in quanto tali sbagliamo e ci facciamo inevitabilmente influenzare dal contesto in cui viviamo, sia negativamente che positivamente. Undici anni fa il contesto e la cultura erano diversi rispetto ad oggi, fingere di non sapere questa cosa e sentirsi dei santi vuol dire solo raccontarsi una favoletta. La difficoltà che si fa ancora oggi con alcuni temi è proprio legata al fatto che la sensibilità collettiva matura con il tempo. Tu stai mostrando nel tuo piccolo questa evoluzione, anche se solo su Instagram (poi chissà qual è la realtà, ovviamente, ma su Instagram lo stai mostrando bene).
    Mi piace molto la strategia che hai adottato per tirarti su da questo fosso in cui hanno provato a buttarti, brava! Ci vuole di più per farti cancellare GIULIA TORELLI! GIULIA TORELLI! GIULIA TORELLI!!!

    Rispondi
  38. adrin

    06/05/2021 alle 9:47 AM

    Ciao Giulia! non sarà stato semplice scrivere questo post. Dagli sbagli si può imparare, e tutti TUTTI sbagliamo!

    Apprezzo quello che hai fatto qui: l’autocritica è cosa difficile e non è da tutti. Continua a fare quello che fai perché dai alle persone più di quello che immagini.
    un abbraccio e sorridi che sei proprio bella <3

    Rispondi
  39. Giorgia

    06/05/2021 alle 9:25 AM

    Ciao Giulia,

    Ho apprezzato molto questo post, ma sono un po’ basita rispetto al polverone che si é alzato in questi giorni. Nonostante tu sia un personaggio pubblico, trovo che la linea tra il dissentire e l’accanirsi in questo caso sia piuttosto labile. Come se non bastassimo noi stessi, nel nostro rimuginare quotidiano, a rimproverarci gli errori e gli scivoloni, arriva il carico da perfetti sconosciuti che nascosti da pseudonimi e protetti dall’anonimato dello schermo tirano fuori dal cappello commenti che, pur essendo infelici, risalgono a 11 anni prima. Come se nessuno di noi avesse mai sbagliato, come se fossero stati sempre esenti da commenti poco cortesi. Capisco che qualcuno possa essere sensibile a certe questioni di cui hai scritto/parlato, ma ricordiamo sempre che i social sono (piú o meno) democratici – se non mi piaci non ti seguo – perció non riesco a comprendere questa perenne necessitá di svalutare e insultare gli altri, soprattutto prendendosi la briga di dedicarci tempo ed energie.

    Rispondi
  40. Alice

    06/05/2021 alle 8:48 AM

    Brava Toro! Che qui siamo tutti molto bravi a giudicare e poco ad esporci, tu però nel bene o nel male lo fai sempre. Ed è giusto così, ché gli ignavi stavano all’inferno secondo qualcuno.

    Rispondi
  41. Francesca

    06/05/2021 alle 7:55 AM

    Forza, Giulia!

    Rispondi
  42. FedericaMat

    06/05/2021 alle 1:21 AM

    Io ti sosterrò comunque e sfido a mettere delle telecamere nella vita di queste persone “GIUSTE” e vedere se loro non sbagliano mai e non hanno mai sbagliato nella loro vita, soprattutto 10 anni fa, quando alcune tematiche non erano approfondite e non se ne aveva la stessa consapevolezza e sensibilità (purtroppo)
    il fatto che anche altre persone possano sbagliare, non giustifica lo sbaglio assolutamente, ma fa comprendere quanto a volte prima di sparare a zero bisognerebbe farsi un esame di coscienza e dirsi “ma sono davvero migliore di questa persona per giudicare?”
    “Sono davvero una persona senza peccato?”
    Detto questo leggerò il tuo libro con ancora più piacere perchè hai dimostrato di essere umana e non costruita, il tuo lato UMANO fa vedere che anche tu puoi sbagliare come esattamente lo faccio io e lo facciamo tutti..
    molto spesso le influencer sono molto amate perchè non si espongono mai o dicono/ripetono solo ciò che dicono gli altri per paura che la loro opinione possa smuovere le acque e gli animi, aver il coraggio a volte di dire delle cose sapendo che sono temi caldi NON è da tutti (non mi riferisco agli sbagli ovviamente), ma a tante altre cose che ho imparato da te sul tuo profilo..
    Sfido chiunque a mettersi a nudo con il suo profilo Instagram con cui lavora e poi possiamo vedere …
    Tvb

    Rispondi
  43. Maria

    06/05/2021 alle 12:19 AM

    Una faccia mesta come nelle stories di oggi solo Dolce e Gabbana prima di te..
    Partendo dal presupposto che non mi sento assolutamente offesa dalle tue uscite, né indignata (tutti sparano cazzate, c’è chi è più portato di altri e ovviamente è più facile che succeda a chi tutti i giorni parla fondamentalmente a degli sconosciuti),
    Mi chiedo quanto questo mea culpa sia sincero o meglio, perché non voglio giudicare le intenzioni, quanto sia legato al numero di follower (da 5000 a 50000, sino ai numeri di oggi come dici qui) o alla paura di perdere opportunità di lavoro come dicevi nelle stories..
    Dobbiamo essere responsabili delle nostre azioni solo quando abbiamo un faro puntato contro?
    Attenzione: io una risposta ancora non l’ho trovata, è quello che mi chiedo qnd – quotidianamente!- mi trovo davanti all’ennesima shitstorm, a qst giustizialismo social, dove c’è solo il bianco e nero.

    Nb. Non mi interessa che tu pubblichi qst commento, anzi non farlo!
    Vuole solo essere uno spunto di riflessione..

    Rispondi
  44. matipare

    06/05/2021 alle 12:09 AM

    Preso da un DM che ti ho scritto e sarei contenta se leggessi:
    Probabilmente non leggerai mai questo messaggio ma io me la sento comunque di scrivertelo. Ci si dimentica spesso dei pensieri e delle cose dette in contesti storici completamente diversi da oggi. La consapevolezza sui corpi (e sulla parità di genere e mille altre argomenti) che c’è e sta nascendo ora (almeno in Italia) non c’era prima. Anni fa ero una che diceva “ma dio ma queste donne che si lamentano del lavoro, ma a cosa serve il femminismo oramai la parità di voto ce l’abbiamo ecc” oggi dopo i miei studi rabbrividisco a pensare alle affermazioni di cui ero convinta e che urlavo a gran voce. Nella vita si sbaglia e si impara dai propri errori, ma soprattutto cambia anche il mondo in cui viviamo, e di questo le persone se ne dimenticano, o meglio magari non hanno prove tangibili di quello che dicevano o semplicemente nessuno che va a spulciare i loro profili da cima a fondo cercando l’errore o la battuta che oggi è impensabile fare. Come dici tu poi c’è modo E modo, e se si parla di tolleranza ecc non vedo come comportarsi cosi, andando ad attaccare e insultare l’altro possa essere un modo efficace per l’altro ed edificante per chi muove la critica. Io non so cosa tu abbia detto nei tuoi scorsi articoli, ma so che le tue scuse sono sincere, ci credo, sei una persona vera e lo dimostra il fatto che sbagli e non ti nascondi dietro un dito. Sto grandissimo cazzi di quello che pensano gli altri, è più importante riconoscere i propri errori piuttosto che non inciampare mai. E per farti un esempio @cimdrp nel suo libro parità in pillole, parla di come quando recensiva film o serie tv faceva dei commenti sul corpo delle donne che ora non farebbe più, proprio perché la consapevolezza è una cosa che si ottiene nel tempo, anche e soprattutto sbagliando.

    Rispondi
  45. Martina

    05/05/2021 alle 11:50 PM

    Ciao Giulia, sono molto dispiaciuta da tutto questo polverone che ti ha colpita! Ti seguo da relativamente poco, quindi di certe cose non sono a conoscenza anche perché non ho twitter(per fortuna).
    È veramente triste vedere come la gente passi il suo tempo a denigrarti e insultarti. Sicuramente in passato hai sbagliato, ma chiedendo scusa dimostri la tua umiltà e l’essere cresciuta.
    Nella vita tutti sbagliamo e grazie a ciò cerchiamo di diventare persone migliori! Naturalmente, questo non succede a tutti (come è dimostrato dai tuoi hater).
    Ciò che posso dirti è che sei una bellissima persona, sensibile, diretta, sincera.. questo non va bene a molti e vogliono buttarti giù, ma tu vai avanti per il tuo percorso!
    Non ti conosco ma ti abbraccio perché si vede quanto ci rimani male!
    Un saluto a pallino 🙂

    Rispondi
  46. Elena

    05/05/2021 alle 11:47 PM

    ❤️

    Rispondi
  47. Silvia

    05/05/2021 alle 11:38 PM

    Ciao Giulia, per prima cosa volevo dirti che mi dispiace molto per quello che è successo.
    Sinceramente penso che tutti abbiamo usato espressioni non troppo felici e sgradevoli ma ci sta, credo sia giusto scusarsi avendo un numero alto di follower ma non modificare te stessa. Ti seguo da annie non sono sermpre d’accordo con tutto ciò che dici ma continuo c comunque a seguirti. Mi dispiace se questa cosa ti fa soffrire ma secondo me non le devi dare un grande peso…. ti mando un grande abbraccio e cerca di essere meno severa con te stessa, tutti facciamo degli errori, l importante è riconoscerli e superarli e tu già lo hai fatto… Ti abbraccio silvia

    Rispondi
  48. Isa

    05/05/2021 alle 11:30 PM

    Cara Giulia,
    mi dispiace che tu abbia subito questa shit storm. Ti seguo da tanti anni e, personalmente, posso dire che mi hai fatto conoscere un sacco di cose interessanti sugli argomenti più disparati. Tu sei davvero una vera influencer, competente su molto argomenti e soprattutto curiosa di conoscerne di nuovi e di condividerli! Da me solo un GRAZIE e un continua così! Ad maiora! ♥️

    Rispondi
  49. Daniela

    05/05/2021 alle 11:27 PM

    Ciao Giulia, sono d’accordo con te, pestiamo tante nella vita, fortunatamente spesso si riesce a essere persone migliori, a scusarsi come hai fatto tu giustamente, e cercare di migliorarsi. Non conoscevo la storia del bambino, forse avrei preferito non saperla, anche perché in quel bambino mi ci rivedo un po’. Spero che questa sia per te un occasione che va oltre le ennesime accuse e necessità di difendersi, ma per guardarsi veramente dentro e capire i nostri limiti umani, come per esempio perché certe cose ci diano così fastidio, da scatenare episodi veramente spiacevoli. Ti ringrazio per tutti i contenuti che con passione e lavoro tanto lavoro hai messo nel tuo Instagram e nel tuo blog, in questo sei insuperabile. Dal canto mio ho deciso che pur apprezzando alcuni tuoi contenuti non riesca ad andare oltre certe affermazioni e certi episodi anche recenti di sprezzo che personalmente per formazione ed esperienza personale mi feriscono.

    Rispondi
    • rockandfiocc

      06/05/2021 alle 11:14 AM

      this is not an airport. no need to announce your departure. sono giorni che ricevo commenti di persone che hanno deciso di dirmi addio e onestamente non capisco cosa dovrei farmene, al pari degli insulti.

      Rispondi
  50. Regina

    05/05/2021 alle 11:15 PM

    Penso sia umano sbagliare a cinque anni , a dieci, a venti , a trenta e a sessanta , la cosa più importante è rendersene conto , cosa molto intelligente che non tutti sono capaci di fare . Tutto questo caso di stato nei tuoi confronti mi sembra alquanto esagerato, forse perché le persone evitano di pensare a loro stessi per motivi ben più grandi . Tutta la mia stima Giulia .

    Rispondi
  51. Carla

    05/05/2021 alle 11:01 PM

    Ciao Giulia, sono un po’ più vecchia di te, non mi lascio trasportare dalla corrente ne’ girare come una banderuola. Trovo inopportune tante cose che hai detto, ma trovo davvero brutto il modo in cui ti hanno trattata, persone che si ergono a moralizzatori e ti bullizzano da giorni. Penso però che dovresti imparare da tutto ciò. Cercare fi essere meno assolutista nei tuoi giudizi e nel modo di portiz es. a me non è assolutamente piaciuto quando , ad una ragazza in una diretta che ti diceva” mi piacerebbe avere una amica vone te” hai risposto che non vuoi nuovi amici, che ne hai abbastanza. Non che tu dia obbligata a farti amici… ma questa risposta denota una tua chiusura alla vita, sl prossimo, il tuo stare nel tuo eremo dorato. Spero che tutto ciò ti faccia riflettere e , spero, crescere.

    Rispondi
  52. Monica

    05/05/2021 alle 10:56 PM

    Ciao Giulia, penso che tu sia semplicemente vera. E ti voglio bene per questo.

    Rispondi
  53. Meri CheBeneCheSto

    05/05/2021 alle 10:55 PM

    Avanti Giulia!
    La gente sta a pezzi davvero e ha un sacco di tempo libero.. giuliatorelli giuliatorelli giuliatorelliiiiiii

    Rispondi
  54. Jenny

    05/05/2021 alle 10:34 PM

    La schiettezza che ti caratterizza è una delle doti più apprezzate dalle tue followers. Magari questa schiettezza può averti portato a commettere delle leggerezze che però vanno contestualizzate 1) a seconda dell’età 2) a seconda della propria esperienza di vita. Chi ti segue conosce la tua buona fede e l’onestà intellettuale che ti caratterizza per cui non sentirti rammaricata più del dovuto. E poi a dire la verità tutto questo politically correct ha un po’rotto le palle! Buona serata e continua così che sei in gamba.

    Rispondi
  55. Sara

    05/05/2021 alle 10:20 PM

    Ciao Giulia! L’umiltà di chiedere scusa non è da tutti! Brava anche qui! Poi tu parli a noi come se una persona non influencer parlerebbe alle sue amiche strette! Io l’ho capito ed apprezzo ancora di più la tua crescita e maturità! Ma che gli altri stessero un po’ più easy no? Un abbraccio

    Rispondi
  56. Laura

    05/05/2021 alle 10:16 PM

    Cara Giulia, ti fa onore esserti scusata ed aver riconosciuto i tuoi sbagli. Penso che tu non abbia ammazzato nessuno e che tutti noi, in quanto umani e non infallibili, facciamo enormi sbagli, a volte diciamo cose “di pancia” senza pesare le parole. È bello anche accettare la critica, fare un passo indietro e riconoscere i propri “merdoni”.
    Tvb.

    Rispondi
  57. Verena

    05/05/2021 alle 10:06 PM

    Cara Giulia, mi manchi parecchio da quando ho chiuso il mio profilo Instagram poco tempo fa: le tue perle di saggezza, le tue gag con Pallino, lw tue ottimissime indicazioni sulle cose che riguardano il tuo lavoro…insomma, mi manca essere parte seppure alla lontana delle tue avventure e disavventure!
    Ho capito adesso perché hai dovuto chiudere anche il gruppo su Telegram, la cosa infatti mi ha lasciata sconcertata.
    Posso dirti una cosa? Sei una donna forte e coraggiosa. Ma ti rendi conto che nessuno, dico nessuno avrebbe le palle di essere così trasparente e onesto nell’ammettere un suo errore? È come quando ti chiedono di descrivere i tuoi punti di forza e i tuoi punti di debolezza: tutti bravi a fare papiri chilometrici sui difetti, ma oltre a citarli saremmo davvero in grado di riconoscerli e VERIFICARLI per nostra stessa bocca? Ognuno dica e pensi quel che più gli è congeniale, io personalmente no.
    Sei una bellissima persona, non c’è nessuno di cui io mi fidi così tanto quando si tratta di apprendere regole di vita e di moda: tu sei la Bibbia del lifestyle più bella che mi sia mai capitato di incontrare sul web.
    Complimenti per la tua sincerità.
    Lo sai benissimo che la loro cattiveria è solo carburante che userai a tuo vantaggio per NON diventare mai come loro, ma di questo sono già certa.
    Ti voglio bene, salutami quel batuffolo di Pallo!

    Rispondi
  58. Gloria

    05/05/2021 alle 10:02 PM

    Giuli, i commenti qui sopra hanno detto già tutto quello che di giusto, vero e buono ti si possa dire… Ricordati che hai molte persone che ti amano proprio per come sei: vera e schietta e soprattutto perché se sbagli poi comprendi e chiedi scusa. Non è una cosa da tutti.
    Non farti abbattere ♥️

    Rispondi
  59. Chiara

    05/05/2021 alle 9:45 PM

    Cara Giulia,
    Ti seguo da quando sei andata dalla Rossella Migliaccio a farti “analizzare” e mi sei subito piaciuta, tanto che poi ti ho contattata per il decluttering del mio armadio in tempi in cui ancora si poteva fare di persona.
    Credo che a tutti capiti di fare degli scivoloni, ma credo che a pochi capiti di fare pubblica ammenda come hai fatto tu adesso. Quindi, innanzitutto, chapeau.
    Inoltre, credo sia poco ragionevole pensare che una ragazza che nel 2010 aveva poco più di 20 anni possa essere la stessa che oggi ne ha pochi più di 30. Siamo più o meno coetanee e capisco perfettamente quanto si possa cambiare in 10 anni. Anche io a volte guardando indietro non so capacitarmi di alcuni miei atteggiamenti/prese di posizione.
    Si cresce e si cambia e, auspicabilmente, si diventa migliori. Tu di sicuro con il tempo sei migliorata. Cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno e sii fiera di quanto sei riuscita ad evolvere a livello di approccio, pensiero e sensibilità.
    Un abbraccio

    Rispondi
  60. Antonia

    05/05/2021 alle 9:41 PM

    Oggi mi sono persa in un inutile “botta e risposta” su twitter con una delle persone ossessionate da te. Io persone così le chiamo “i cecchini del twitter” che stanno pronti con il fucile spianato per aggredire il malcapitato di turno e tu di cecchini ne hai una nutrita schiera purtroppo. Credo che tu sia piuttosto impulsiva e per questo, a volte, riesci a dire cose criticabili ma sfido chiunque ad essere così incredibilmente perfette da non sbagliare mai. Sono oltre 10 anni che scrivi articolo sul blog, hai quindi iniziato ad una età dove molte persone non sanno nemmeno scrivere una lettera. Comunque sia, riconoscere gli eventuali tuoi errori, è buona cosa, ti renderà una persona migliore. Io ti mando un abbraccio affettuoso. In fondo potrei essere tua madre.

    Rispondi
  61. Camilla

    05/05/2021 alle 9:39 PM

    Ciao Giulia, non ti seguo da molto ma ci tengo ad esprimerti il mio sostegno in questo momento un po’ delicato. Ho iniziato a seguirti per i contenuti interessanti che condividi ma anche per la tua personalità: schietta, ironica e senza peli sulla lingua.; personalità in cui mi rivedo molto.
    Purtroppo i “merdoni” li pestiamo tutti ma il web non perdona, soprattutto la gente cattiva e frustrata, che come queste situazioni ci va a nozze, per non parlare dei finti buonisti che popolano i social. Errare è umano e chi non ha mai fatto o detto quello che puoi aver fatto o detto tu secondo me mente. Nel privato tutti giudicano e danno pareri su cose, persone, situazioni, ma pochi hanno il coraggio di ammetterlo mentre tutti sembrano esser pronti a puntare il dito.
    Spero che questa “bufera” possa calmarsi il prima possibile perché non te la meriti.
    Ti mando un forte abbraccio sperando di rivederti quanto prima online ❤️

    Rispondi
  62. Mariana

    05/05/2021 alle 9:31 PM

    Sono più volte che inizio a scrivere questo commento e poi mi sento di star per fare una figura di
    Niente, Giulia ti si vuol bene ❤️

    Rispondi
  63. Elisa

    05/05/2021 alle 9:24 PM

    TORNASSI INDIETRO: vorrei farti capire che gli haters esistono ed esisteranno sempre, dai profili anonimi sui social come nella vita reale, perché i primi haters sono le persone con cui parli tutti i giorni che non hanno il coraggio di dirti che per loro il tuo discorso non è “nelle loro corde”.

    Molti dei commenti che descrivi in questo blog io li ho vissuti in prima persona, ma se una segue Giulia, la segue al 100% GiuliaTorelli e non “levigata” dai social. Capisce che ha tono e tono per dire le cose, che quando è alterata è perché certi argomenti la toccano in prima persona, che ha Beppe al suo fianco che è il suo tutto e il suo esatto contrario allo stesso tempo, ed è per questo che si sono scelti.
    Perché si completano.

    Tutto questo pippone per dirti che Giù, non te devi preoccupare nemmeno un pochino, nemmeno un po’, nemmeno per nulla.

    Ti vogliamo bene così come sei.

    Anche per questo post ♥️

    Rispondi
  64. Leandra

    05/05/2021 alle 9:19 PM

    TVB

    Rispondi
  65. carla

    05/05/2021 alle 9:12 PM

    fai benissimo secondo me a riconoscere l’errore di tanto tempo fa sulla grassofobia (poi, erano altri tempi, e tu eri una ragazzina..). ma la “nicchia della magrezza” era un racconto autoironico, sinceramente mi spiace che sia finito in formalina.
    mi spiace ancora di più che ti senta in dovere di scusarti per i commenti, a mio parere saggi, anche se bruschi, alla ragazza in stage. forse l’errore del messaggio non è stato nel tono (in perfetto stile rock&fiocc) ma nel non avere sottolineato che il rimborso spese dello stage NON è a tutti gli effetti uno stipendio e non deve nemmeno essere considerato tale. una ragazza che aspira a uno stipendio, e ritiene di meritarselo, non deve accettare uno stage. non è una questione di sistema sbagliato (che sistema? gli stage non sono una novità di oggi) ma di scelte e di opportunità. è vero che le opportunità non sono uguali per tutti: ma questo non ha nulla a che fare con il rimborso spese degli stage, che sono uniformati. così come il commento sulla laurea 3+2: hai ragione tu! la prima è in effetti un diploma di laurea (breve), che sta in piedi da solo. la seconda è solo il completamento del ciclo della laurea magistrale. la biennale, da sola, non è conseguibile. quindi è corretto interpretare la laurea magistrale come una. la follower si è resa ridicola. ho fatto colloqui a ragazzi così: scartati all’istante.

    un saluto e un incoraggiamento.

    Rispondi
  66. Martina

    05/05/2021 alle 8:46 PM

    ciao giulia, volevo solo dirti che io credo nelle tue scuse e percepisco il tuo dispiacere, anche per le offese gratuite ed esagerate che immagino ti siano arrivate.

    alla sola ipotesi che certe frasi dette alle medie o anche ad inizio liceo (ora ho 21 anni, quasi) siano incancellabili su internet in qualsiasi forma mi vorrei sotterare: erano pensieri immaturi, molti probabilmente omofobi e sessisiti, sicuramente molto distanti da come la penso oggi su praticamente ogni argomento. come credo nessuna persona al mondo possa dirsi in una situazione diversa da questa, e non si tratta di coerenza.
    credo sia normale cambiare idea nel tempo, soprattutto cambiare sensibilità su certi argomenti da dieci anni a questa parte.

    non credo ci sia bisogno di aggiungere altro, solo vorrei mandarti un po d’affetto e dirti che chi ti segue davvero e con intelligenza ha capito, senza per forza essere d’accordo su ogni singola parola che dici, ma credo sia normale lol, e vale per qualsiasi persona che seguo su ig o anche nella vita vera.
    non so se sia possibile ma un po ti voglio bene e mi fa male vederti così, buona serata ✨✨

    Rispondi
  67. Umberto Rotundo

    05/05/2021 alle 8:31 PM

    “Nulla può cancellare il passato. C’è il pentimento, c’è l’espiazione e c’è il perdono. Questo è tutto, ma trovo che sia abbastanza.”
    Ted Chiang, Respiro.

    Ti mando un mega abbraccio Giulia, la forza che dai, a molt*, è senz’altro più di valore rispetto a fisiologici inciampi. Paghi lo scotto di avere esposto il tuo percorso di vita/crescita molto al pubblico. A tutti capita (ed è anche legittimato) di farla fuori dal vaso in privato.

    Rispondi
  68. marina

    05/05/2021 alle 8:10 PM

    no Giuli che strazio “vederti” stare così!
    ma stai mostrando un coraggio raro e sei un vero esempio, non mollare! e soprattutto, non CI mollare

    Rispondi
  69. Sarah

    05/05/2021 alle 7:53 PM

    A me dispiace tantissimo per tutta questa storia, anche perché è veramente (e sta continuando) andata oltre. Sì è vero, negli anni hai avuto delle uscite infelici o il tono in cui dici le cose non è sempre dei migliori, questa critica te la si può anche fare. Ma stanno utilizzando anche loro dei modi e dei toni che per me rasentano il bullismo e l’istigazione all’odio e per me non ha senso denunciare un comportamento attuandone gli stessi. Sono allucinata io non oso immaginare tu… ti auguro il meglio e ti mando tutto il mio sostegno, per quello che vale

    Rispondi
  70. Francesca

    05/05/2021 alle 7:49 PM

    Cara Giulia, credo che le persone si evolvano nel tempo, crescano, imparino e diventino più mature. Tu lo fai, non sei mai la copia di te stessa, ma ti arricchisci del contributo degli altri e, quando non ti va, lo critichi con ragione. Da te ho preso tanto. Perché la gente ricorda le cazzate, ma ad esempio mi hai fatto scoprire tra i libri più potenti di sempre per la mia formazione, da Yatez a Roth, da Wallace alla Ferrante o Sedaris ( cose che in pandemia mi hanno pure salvato a tutti gli effetti). Mi hai invogliato a studiare inglese, a credere nei miei obiettivi perché ti vedevo tornare a casa stanca morta dal primo lavoro e iniziare il secondo e mi davi grinta. Mi hai aiutata a darmi un tono quando per tanti essere single era un problema, hai parlato di donne e di empowerment, di lavoro e di arte, di cinema, di viaggi. Di cultura. Mi hai aperto le porte di casa tua senza neanche sapere chi fossi ( per l’addio al tuo monolocale a Milano). Fai anche intrattenimento e mi diverti, ma volevo dirti che per me sei questo…una donna, vera, da cui ho assimilato tanto, e imparato tanto… primo tra tutte l’importanza del poter cambiare idea e il pensiero critico che ci salverà, sempre e comunque. Con stima. Francesca

    Rispondi
  71. Franci

    05/05/2021 alle 7:45 PM

    Ciao Giulia,
    TUTTI hanno fatto/detto qualcosa di cui vergognarsi in passato. E TUTTI avranno e diranno qualcosa di cui vergognarsi in futuro! Io ricordo vividamente che ho dato della “puttana” (in una lettera scritta e firmata eh, mica verba volant insomma) a una mia compagna di classe, con tanto di elenco del perchè, a mio avviso, fosse una “puttana”. Che schifo… me ne vergogno ancora tantissimo, a distanza di decenni.
    Ma chi non ha degli scheletri nell’armadio? Che vengano tirati fuori e messi in piazza dopo anni è sicuramente orribile, ma sono cose per le quali hai fatto ammenda e basta così. Focalizzati sulle tante cose belle che hai, a partire da un lavoro che credo ti appaghi tantissimo, perchè si vedono la passione, la cura e l’attenzione che ci metti. Sei brava e preparata. Sincera, diretta, intelligente. E sbagli come tutti! 🙂
    Ti abbraccio

    Rispondi
  72. Viola

    05/05/2021 alle 7:44 PM

    Ciao Giulia,

    Mi dispiace per quello che stai passando, non posso neanche immaginare quanto sia difficile ma non ti piegare. La cancel culture é la vera rovina di oggi e non i tuoi commenti fatti nel 2010, se ti pieghi tu, vincono loro. La tua forza é essere vera, é dire a 160mila followers qualcosa che diresti a una cena tra amici senza avere paura di sbagliare. Non smettere mai di essere vera.

    Rispondi
  73. Lucia

    05/05/2021 alle 7:43 PM

    Giulia sei toghissima! Gli haters invece sono degli esauriti. Speriamo che si rivolgano in massa a un terapeuta bravo.
    Ti apprezzo per la tua sincerità, per la tua voglia di conoscere e di diffondere contenuti di qualità. Vai avanti così

    Rispondi
  74. Elisa

    05/05/2021 alle 7:39 PM

    Cara Giulia, mentre ti leggevo rivedevo me sbagliare, inciampare, chiedere scusa, a volte purtroppo perdere qualche amicizia. Mi è successo e non ne vado fiera, ma ho imparato con il tempo a essere critica nei miei confronti, a conoscermi, capirmi e correggermi. Mentre il mondo cambia, anche noi e il nostro modo di vedere il mondo cambia.

    Vedere i propri errori passati non è mai bello, ma essere in grado di riconoscerli lo è. Trovare dei modi propositivi di correggere il tiro lo è ancora di più.

    Ti trovi in una condizione di alta visibilità e purtroppo c’è chi vuole vederti sbagliare. Mi dispiace, ma mi rassicura la tua capacità di ammettere gli errori e di voler migliorare la tua relazione con chi ti segue. È vero che di certi errori ci si può solo vergognare e che le scuse trovano il tempo che trovano. Ma è anche vero che cogliere l’occasione per costruire qualcosa di nuovo, per me, é prezioso. Mentre chiedere solo scusa può essere sterile, rispettare le offese altrui, capire che di mezzo ci sono questioni importanti, approfittare per approfondire, comprendere l’errore e volersi migliorare è onesto e ha valore.

    Non so perché a chi ci mette la faccia non si riconosca l’umanità e con essa la possibilità di sbagliare e di cambiare. Forse online siamo tutti in cerca di nuovi miti, un esempio, una figura perfetta cui guardare e quando questa sbaglia, ci fa arrabbiare tanto perché infondo siamo noi stessi il motivo della delusione, avendo dedicato tempo e attenzioni a qualcuno che non rispecchia l’immagine che ci eravamo costruiti di lui/lei.

    Io ti ringrazio invece per tutto il tempo che dedichi ai contenuti che condividi, alle ricerche infinite che fai, al tuo esporti e all’essere sempre disposta a discutere e, nel caso, rivedere certi tuoi pensieri.

    Chi non si limita a fare spallucce dietro a un “nessuno è perfetto”, dimostra di essere apert* e di essere in grado di accogliere anche il cambiamento che verrà. È il migliore atteggiamento che conosco per costruire uno spazio accogliente per tutt*

    Tvb <3

    Rispondi
  75. Livia

    05/05/2021 alle 7:37 PM

    Ciao Giulia,
    non ti conoscevo e ho visitato il tuo profilo dopo aver visionato un video, repostato su una pagina di Instagram, nel quale commentavi gli stage sottopagati. Premetto che non sono d’accordo con il pensiero che avevi espresso in quel video, bensì sposo quanto detto da te successivamente, dopo aver rettificato il tuo pensiero, stimolata dalle riflessioni del tuo fidanzato. Tuttavia, anche qualora tu non avessi cambiato idea in merito a quel discorso, penso che non sia affatto giustificabile tutto quest’odio e questo accanimento. Mi spaventa questo atteggiamento da giustizieri della notte. Siamo figli dei nostri tempi. Oggi siamo molto più consapevoli (fortunatamente) e sensibili su tanti temi, rispetto a diversi anni fa. Dubito che, chi scrive che tu sia tossica, non sia stato a sua volta in passato protagonista di situazioni nelle quali si sia lasciato andare ad esternazioni infelici, intrise di pregiudizi e giudizi che ad oggi riteniamo fortunatamente indegni. Il passo
    che dobbiamo fare è riconoscerlo e provare a cambiare le cose, porvi rimedio. Sono del parere che più che “cancellare”, dovremmo piuttosto ricordare ed ammettere, per educare ed educarci. Se una persona non merita il “potere” che ha, prima o poi lo perderà, perché non avrà più un seguito se continuerà a dire cose fuori luogo. Trovo non abbia alcun senso e che non sia edificante fare terrorismo mediatico nei confronti di qualcuno che certamente ha sbagliato (che poi, chi non ha mai sbagliato? La differenza è che probabilmente non ci sono “prove” e “tracce” a portata di click per testimoniarlo), ma che al contempo ha una mente aperta ed è animata da buone intenzioni. Questo traspare dal tuo post e lo hai dimostrato mettendoti in discussione punto per punto, senza nasconderti dietro ad un dito.

    Perdonami se ti ho tediata con questo punto messaggio, ma ci tenevo a dirti che apprezzo il modo in cui ti sei relazionata al tuo pubblico e la tua voglia di metterti in discussione ed imparare dai tuoi errori (come noi tutti dovremmo fare, anziché puntare il dito).

    Rispondi
  76. Gió

    05/05/2021 alle 7:27 PM

    Io credo di seguirti dagli inizi sai? E non ti meriti tutta sta merda, lo dico proprio a cuor leggero e senza paura di smentita da parte di nessuno. Non ho ricordo delle cose che hai detto più di 10 anni fa, ma se tu stessa le “rinneghi” e te ne penti, sicuramente tanto belle non erano! Ma dico io, che senso ha andare a rivangare parole dette secoli fa? Se tuttora tu esprimessi gli stessi pensieri, beh allora forse sarei la prima ad “andarmene” (senza smerdarti, bada bene, semplicemente un unfollow), ma chi ti segue ORA sa come sei, cosa pensi, come ti comporti e tanto merdona proprio non mi sembri! Chi di noi non ha detto o fatto enormi cazzate in gioventù? E la scusa “beh però lei è influencer” per me non regge perché lo sei ORA e non X anni fa…Chi ha più testa la usi, mi diceva sempre mia nonna e sai che? Aveva una gran ragione. Mi dispiacerebbe un sacco se questo spiacevole episodio influisse in qualche maniera nel tuo lavoro perché non te lo meriti e chi ti segue “col cuore” questo lo sa. Fine pippolotto. Ti voglio un po’ sappilo!
    Giovanna

    Rispondi
  77. Helena

    05/05/2021 alle 7:20 PM

    Ciao, quanto mi dispiace quando ti accadono queste cose, forse non capirò mai perché questo accanimento nei tuoi confronti, mi viene solo da pensare “ma veramente queste persone non hanno problemi peggiori nella vita che dare contro a una persona on-line? beate loro…” Io invece ho capito che più ti seguo più trovo una persona sincera, curiosa e che tiene al suo lavoro, una persona reale che impara dai suoi errori e che ha smussato nel tempo i suoi lati più controversi, e secondo me è ammirevole, non è da tutti mettersi così in gioco. Io ad essere sincera invidio questo lato del tuo carattere perché certe volte mi ritrovo invece a non fare nulla per la paura di sbagliare, quando invece rischio di perdermi qualcosa di importante che magari si rivela migliore di quello che pensavo, grazie quindi perché ogni tanto penso al fatto che nella vita reale non avrei mai avuto a che fare come persone come te e mi sarebbe dispiaciuto, non tutto l’internet viene a nuocere per fortuna! Continua così, siamo qui a sostenerti e a sistemare armadi 😉 !

    Rispondi
  78. Anna

    05/05/2021 alle 7:03 PM

    Non hai parlato però della querelle con il decluttering e l’armadio della Ferraro

    Rispondi
    • rockandfiocc

      06/05/2021 alle 10:40 AM

      l ho spiegato: è per motivi di privacy.il mio avvocato mi ha detto di non farlo. contenta?

      Rispondi
  79. Valeria

    05/05/2021 alle 7:00 PM

    Ciao Giulia!
    Purtroppo troppo spesso le persone pensano di poter dire quello che vogliono a chi ci mette la faccia in quello che fa. Come hai detto anche tu l’espressione deve essere libera, ma non per questo violenta o ignorante. Sei un essere umano e le persone sbagliamo, tutte. È un dato di fatto, ognuno di noi ha detto o fatto cose che a ripensarci 10 anni dopo (!!!!!) ci sentiamo idioti. L’intelligenza che ci dimostri ogni giorno è quella di chi sa riflettere sul proprio operato edi chi non ha paura di ammettere gli sbagli o cambiare idea!
    Sono questi i motivi per cui ti seguiamo, anche se non ci capiamo nulla di moda e se il nostro armadio sembra essere perennemente in guerra… Le persone che ti stimano davvero avevano già capito che certe cose si imparano piano piano nella vita e, meno male, altrimenti che noia essere sempre perfetti!

    Rispondi
  80. Rossella

    05/05/2021 alle 6:56 PM

    Che bello! Una persona che riconosce di non essere perfetta! Ci dovrebbe essere più gente così sui social (e non solo).

    Rispondi
  81. ilap

    05/05/2021 alle 6:49 PM

    ciao Giulia! Ottimo post per i posteri. Una sola frase manca, a mio avviso, “E badate bene che il disclaimer Potrei Contraddirmi non l’avevo messo a caso”. Perché è un diritto sacrosanto. Sei forte.

    Rispondi
  82. Arianna

    05/05/2021 alle 6:48 PM

    Ehi Giulia,
    In realtà questo post dimostra quello che già pensavo di te cioè che sei unica. Non ti copri con gli altri, anzi ci metti la faccia e se sbagli lo riconosci. È coraggioso quanto dire la propria opinione, tanti si astengono sui social, abbiamo capito tutti perché in parte grazie a te.
    Il tuo lavoro è difficile, ma sono sicura che sei sulla strada giusta per essere e continuare ad essere tra le mie prefe.

    Rispondi
  83. Barbara Damiano

    05/05/2021 alle 5:39 PM

    Giulia, chi ti segue sa benissimo che sei una persona buona, che sa ascoltare e imparare. Io non ho mai avuto dubbi sulla tua buona fede e so che, se un giorno dovessi mai dirti in privato che non sono d’accordo con te, ascolteresti ciò che ho da dire.

    Grazie per queste precisazioni: sono sicura che ciascuno di noi (io personalmente sì!) in passato ha detto e fatto cose di cui non va fiero, e ammettere di aver cambiato idea è simbolo di intelligenza e maturità.

    Gli attacchi personali e professionali che sei costretta a subire da sempre, sono violenti, violentissimi. Non ho mai visto un accanimento del genere su altre persone e francamente mi spaventa moltissimo vedere la ferocia con cui alcune persone cercano di cancellarti – letteralmente – da Internet.

    Mi spaventa perché – indipendentemente dalle ragioni dell’una o dell’altra parte – è un atteggiamento che secondo me fa prevalere una sorta di incoscienza collettiva: quasi un’ipnosi che conduce centinaia di persone a riversare il proprio disprezzo sulla persona di turno, come accadeva di fronte alle vere gogne di pubblica piazza.

    Abbiamo forse tutti bisogno di ritrovare il baricentro e di rimettere a posto le parole con calma, perché tu puoi non essere fiera al 100% di alcune frasi dette negli anni, ma anche le persone che ti hanno insultata in certi modi non possono andare fiere del proprio comportamento.

    Penso che non faccia bene alla causa questo modo di agire: se vogliamo che il posto diventi realmente un luogo migliore in cui vivere, dobbiamo imparare a discutere in pace.

    Io per prima: non sono fiera di tutte le cose che ho fatto nella vita.
    Se potessi tornare indietro, ne farei alcune diversamente.

    Ma ho imparato veramente a cambiare solo grazie alle persone che mi hanno ispirata, educata, istruita. Da chi mi ha amata e non disprezzata.

    Rispondi
  84. Valeria

    05/05/2021 alle 5:26 PM

    Ciao, premesso che ti seguo da un bel po’ sul tuo profilo instagram perché sei una persona molto interessante e il tuo profilo è davvero ricco, credo che tutti abbiamo fatto cazzate in passato e continuiamo a farle giornalmente, la sola differenza tra noi e te è che le tue cazzate vengono ricordate perché hai un blog e sei una persona conosciuta ed esposta sui social… quindi… chi è senza peccato scagli la prima pietra! Fa un po’ parte del gioco, anche se non credo sia giusta tutta la cattiveria che riversano su di te… in fondo sei solo molto schietta e a me questa cosa piace! in bocca al lupo!

    Rispondi
  85. Noemi

    05/05/2021 alle 5:24 PM

    Cara Giulia,
    sono molto dispiaciuta per quello che è successo e che accade ciclicamente. Sono molto più infastidita dall’uso strumentale che gli haters fanno del tuo passato per andare sulla tua vita come un carro armato e guadagnare cinque minuti di effimera notorietà.
    Complimenti per il lavoro che fai e che hai fatto in tutti questi anni, sei una persona davvero preparata e io ti seguo per questo (oltre che ad essermi simpatica)!

    Rispondi
  86. arianna

    05/05/2021 alle 5:23 PM

    tvb

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *