Non so se io sia l’unica ad avere questo annoso problema, ma non so mai che calze mettere con scarpe basse e pantaloni. Nessun problema con le gonne (metto i collant), con le sneakers (metto calze sportive), con gli stivali. Ma quando si indossano pantaloni e mocassini, o pantaloni e stringate, che calze dobbiamo metterci?

La risposta come spesso accade ce la danno gli uomini: calze in filo di scozia per estate e mezza stagione, calze in cashmere o lana per l’inverno. Meglio se spesse (le calze sottili e lisce sono spesso brutte e cheap), meglio se in colori non uguali alle scarpe, meglio se lunghe, per non fare vedere pezzi di gamba (poco elegante, per le donne come per gli uomini).

Con scarpa bianco/nera/marrone: calze di un altro colore ancora (non ci avrei mai pensato)

con scarpa rossa: calze scure (NON VELATE!!)

 

Con scarpa nera: giocate sul contrasto e scegliete qualcosa a coste chiare

con scarpa marrone: calze rosse, ispirate al mondo maschile

Ovviamente potete spaziare e comprare mille tipi di calza, anche più colorate (bisogna essere bravissimi ad abbinarle però, altrimenti sembrerete dei clown), in lurex come va ora (grattano terribilmente e non tengono caldo), con applicazioni varie (non fatelo). Insomma, io opterei per la cara vecchia semplicità.

Dove si trova questo tipo di calza? Di solito in merceria, o al mercato del quartiere. Se però non sapete dove andare, ecco un paio di brand:

Alto Milano

Graham Cashmere

Gallo

e ovviamente in tutte le altre catene che si occupano di calzini (anche se la qualità spesso non è esattamente eccelsa. Tipo vi segnalo queste di Oysho ma non assicuro niente sulla durata)

 

Se siete a Milano potete rivolgervi a vari negozi, storiche mercerie e non, come:

. Cappelleria Melegari (via Meravigli 16, via Paolo Sarpi 19) – storica cappelleria che vende anche calze, guanti e tanto altro.

. Royal britannia (via S. Clemente, 1,)- negozio specializzato in prodotti inglesi, tra cui maglioni scozzesi, sciarpe tipo Burberry e anche calze

.Merceria F.lli Zanaga (via San Giovanni sul muro) – classica merceria

.Guenzati (via agnello 8) – negozio di calze storico accanto al Duomo

.Sacchi (corso Magenta 15) – calze e guanti per tutte le necessità

.Chicche di calze (corso Magenta 27)

un discorso a parte va fatto per le calze da mettere con le decolté e i tacchi in generale, ma ne parleremo in un altro articolo.

Taggato in: ,

10 Commenti

MOSTRA I COMMENTI
  1. giuli-sockslover

    31/10/2020 alle 8:06 PM

    Articolo molto utile, grazie Giulia! Mi chiedevo, sempre in relazione al tema calza + scarpa, oltre al colore ci sono anche altre regole per non sbagliare abbinamento? Mi spiego meglio, se la scarpa dovesse essere lucida / opaca, oppure ad effetto coccodrillo / pitone il calzino in filo di scozia andrebbe bene comunque? Se invece dovessi avere un calzino spesso con una trama visibile (tipo treccia o macramè) o con disegni? Prevale comunque l’abbinamento dei colori rispetto alle trame?

    Rispondi
    • rockandfiocc

      02/11/2020 alle 12:40 PM

      urca ottima domanda. io farei calza intricata – scarpa liscia e colori piu o meno sempre abbinati, o comunque della stessa “storia”. Ma ora ci penso meglio! Grazie per lo spunto

      Rispondi
    • rockandfiocc

      02/11/2020 alle 4:28 PM

      ok ho chiesto ad amysmilovic (lol): dice con scarpe di coccodrillo/con texture- calza liscia, non lavorata. al massimo un collant nero, se sopra metti qualcosa di ironico e non “ufficio”
      io il calzino spesso lo metterei solo con i mocassini, perche con le pumps non c’entra niente
      il calzino con i disegni non lo metterei mai visibile! non mi piace, fa ironico ma sfigato

      Rispondi
      • giuli-sockslover

        03/11/2020 alle 3:55 PM

        Grazie a te per le gentili risposte, e di riflesso, anche ad amysmilovic. Confesso che prima di chiederti questa cosa, che mi tormenta da giorni, ho spulciato anche sul suo profilo in cerca della risposta (scoperto comunque tramite il tuo ig, quindi di nuovo il merito è tuo!!) Complimenti per tutto. Un caro saluto! 🙂

        Rispondi
  2. Barbara B

    31/10/2020 alle 8:41 AM

    Grazie per questo post! In effetti mi pongo questo problema da un po’ anche perchè vorrei comprare i mocassini e il tempo per metterli senza calze è finito! Sebbene sia un articolo spesso bistrattato la scelta del calzino giusto è fondamentale per non distruggere un outfit! Grazie ancora!

    Rispondi
  3. carlotta

    22/10/2020 alle 2:31 PM

    grazie mille Giulia!! Hai risolto un problema che mi perseguita da tantissimo!! In inverno mi ostinavo ad usare i fantasmini e morivo di freddo 🙁

    Rispondi
  4. Elisa

    19/10/2020 alle 9:50 AM

    Ciao Giulia, post interessantissimo!
    puoi condividere anche qualche nome di mercerie di Parma?

    grazie 🙂

    Rispondi
  5. Benedetta

    16/10/2020 alle 12:56 PM

    Grazie Giulia! Articolo FONDAMENTALE su un tema sottovalutato secondo me e sul quale è facile scadere nella sciatteria!
    grazieeeeee

    Rispondi
  6. Alba

    15/10/2020 alle 6:59 PM

    Il mio dilemma da sempre considerato che sono un’amante di stringate e mocassini! Proverò ad avventurarmi in qualche cauto contrasto! Grazie Giulia!
    Segnalo anche le calze a coste di Muji: sono belle spesse, tengono caldo e l’elastico, dopo numerosi lavaggi, è perfetto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *